Inghilterra-Scozia 0-0: inglesi fermi al palo di Stones
England Scotland Euro 2020 20210618 McGregor Foden
Getty Images
L'Inghilterra non sfonda il muro scozzese e viene fermata sul pari. Stones colpisce un palo, deludono Foden e Kane.

L'Inghilterra impatta sullo 0-0 contro la Scozia e fallisce l'allungo all'interno del girone D dove ora si trova a condividere la vetta con la Repubblica Ceca. Gli inglesi centrano un palo con Stones nel primo tempo, poi la Scozia inscena una prova di grande organizzazione e dinamismo sul prato di Wembley e manda fuori giri la cifra tecnica della truppa Southgate.

Il Ct inglese cambia look alla difesa rispetto al match d’esordio contro la Croazia lanciando Shaw e James dal primo minuto, al posto di Trippier e Walker che si accomodano in panchina. In mediana ci sono Rice e il confermatissimo Phillips, mentre in avanti la scelta ricade su Kane come riferimento del reparto offensivo, sorretto da Mount tra le linee e dal duo di marca City Foden-Sterling.

Risponde la Scozia che dietro si schiera a tre con McTominay retrocesso nel pacchetto arretrato insieme a Tierney e a Hanley. Clarke imbastisce il centrocampo schierando McGinn, Gilmour e McGregor con il duo O’Donnell-Robertson a presidiare i binari laterali. Attacco affidato al tandem Dykes-Adams.

A Wembley si gioca sotto il diluvio e il primo scossone provano a darlo proprio gli scozzesi con la conclusione improvvisa di Adams che inquadra lo specchio ma viene murata dalla chiusura provvidenziale di Stones. E’ lo stesso centrale del Manchester City, all’11’, a mettere a referto la prima grande occasione di marca inglese con un gran colpo di testa a centro area che indirizza la sfera contro il palo della porta di Marshall.

E’ la chance più importante di un primo tempo griffato dalla perfetta organizzazione tattica degli scozzesi che, pur concedendo il pallino delle operazioni alla controparte, indirizzano la sfida sui binari dell’intensità anestetizzando il fitto ma inefficace giro palla inglese.

Ad inizio ripresa l’Inghilterra mette nuovamente mano al copione mettendoci ancora più ritmo e aggressività: dopo appena tre minuti bolide di Mount, Marshall si allunga e devia in corner. La Scozia però non si fa intimorire e quando alza il baricentro fra tremare la nazionale dei 'Tre Leoni': al 62’ angolo per gli uomini di Clarke e zampata di Hanley schermata da un prodigio di James sulla linea di porta.

L’Inghilterra a quel punto ricomincia a tessere la tela ma fatica tremendamente a trovare la combinazione vincente per scardinare il bunker scozzese che quando può non disdegna la possibilità di ribaltare il fronte, forte di una brillante condizione atletica che esce in maniera evidente nell'ultimo segmento di gara.

Impalpabili gli uomini più attesi, su tutti Foden e Kane, i primi ad abbandonare il campo sostituiti da Grealish e Rashford. Nemmeno le gli innesti dalla panchina, però, spostano gli equilibri di una sfida che finisce agli archivi sul finale di 0-0. 

IL TABELLINO

INGHILTERRA-SCOZIA 0-0

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; James, Stones, Mings, Shaw; Phillips, Rice; Sterling, Mount, Foden (63' Grealish); Kane (75' Rashford).

SCOZIA (3-4-1-2): Marshall; McTominay, Hanley, Tierney; O'Donnell, McGinn, Gilmour (76' Armstrong), McGregor, Robertson; Dykes, Adams (85' Nisbet).

Arbitro: Lahoz

Ammoniti: McGinn (S), O'Donnell (S)

Espulsi: -