Cagliari-Lazio 0-3: Immobile, Luis Alberto e Felipe Anderson schiantano i sardi
lazio esultanza
Getty Images
I biancocelesti passeggiano in Sardegna grazie ai sigilli di Immobile, Luis Alberto e Felipe Anderson. Nel finale ingenuità di Marusic: espulso.

La Lazio passeggia all'Unipol Domus, schianta il Cagliari con un perentorio 3-0 e torna a vincere dopo due gare d'astinenza. Tutto fin troppo facile per i biancocelesti, bravi ad archiviare la pratica già nel primo tempo grazie al rigore di Immobile (143 goal in A con la Lazio come Piola) e allo splendido contropiede avviato e concretizzato da Luis Alberto. Nella ripresa gioia anche per Felipe Anderson che proietta i capitolini a quota 46, a una lunghezza da Roma e Atalanta e a -4 dal quarto posto in attesa di Juventus-Spezia.

Mazzarri si affida al tandem Pereiro-Joao Pedro, mentre a centrocampo operazioni in mano a Marin, Deiola e Grassi con Bellanova e Dalbert riferimenti esterni. In difesa pacchetto a tre con Goldaniga, Lovato e Altare a protezione di Cragno.

Sarri sceglie Felipe Anderson come vertice destro del tridente completato da Immobile e Zaccagni. In mediana c'è Lucas Leiva a dirigere il traffico supportato da Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Luiz Felipe e Acerbi formano la coppia centrale di difesa chiamata ad agire davanti a Strakosha, mentre i terzini sono Marusic e Radu.

All'Unipol Domus, la Lazio imposta subito la sfida sui binari congeniali. L'alta aggressione e l'intensità degli uomini di Sarri vengono premiate alle porte del 20' quando il fendente di Luis Alberto impatta sul braccio largo di Altare: Maresca lascia inizialmente correre, ma dopo l'on field review assegna il calcio di rigore che Immobile trasforma spiazzando Cragno. Cagliari colpito a freddo, che prova ad abbozzare una timida reazione ma prima dell'intervallo è un'altra fiammata a tinte biancocelesti a squarciare la difesa sarda: meravigliosa transizione orchestrata dal tandem Luis Alberto-Immobile e rifinita da Felipe Anderson per il tap-in vincente dello stesso numero 10 spagnolo. Un capolavoro corale che vale lo 0-2 al break.

Nella ripresa battito vitale dei padroni di casa con il bel piazzato di Marin in apertura, disinnescato da Strakosha. Nient'altro che un fuoco di paglia per una truppa Mazzarri decisamente non pervenuta: la Lazio ne approfitta subito e mette il lucchetto alla partita grazie al gioiello di Felipe Anderson che, innescato da Milinkovic-Savic, salta due difensori prima di infilare Cragno per il definitivo 0-3. E' il punto esclamativo su una serata - macchiata dall'ingenua espulsione di Marusic nel finale - all'insegna della pura accademia per la Lazio che rilancia le proprie quotazioni in chiave Europa.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

CAGLIARI-LAZIO 0-3

MARCATORI: 19' rig. Immobile, 42' Luis Alberto, 62' Felipe Anderson

CAGLIARI (3-5-2): Cragno 6; Goldaniga 5.5 (77' Ceppitelli sv), Lovato 5.5, Altare 5 (57' Carboni 5.5); Bellanova 5, Marin 6, Deiola 5.5 (57' Pavoletti 6), Grassi 6, Dalbert 5.5 (77' Zappa sv); Pereiro 5 (67' Baselli 6), João Pedro 5.5.

LAZIO (4-3-3): Strakosha 6; Marusic 5.5, Luiz Felipe 6.5, Acerbi 6.5, Radu 6.5; Milinkovic-Savic 7, Lucas Leiva 6.5, Luis Alberto 7 (88' Basic sv); Felipe Anderson 7.5 (84' Luka Romero sv), Immobile 7.5, Zaccagni 6.5 (68' Pedro 6).

L'articolo prosegue qui sotto

Arbitro: Maresca

Ammoniti: Altare (C), Marin (C), Lovato (C)

Espulsi: Marusic (L) per doppia ammonizione