Benevento-Juventus 1-1: Morata illude, Letizia ferma i bianconeri
Gaetano Letizia Benevento Juventus
Getty Images
Morata apre le marcature e si fa espellere nel finale, pareggia Letizia sul finire del primo tempo: quinto pari in 9 gare per la squadra di Pirlo.

Clamoroso al Virogito. Ma mica troppo, clamoroso. A maggior ragione considerando la pessima prestazione proposta dalla Juventus che, dopo il pareggio di Crotone, ne ottiene un altro contro una neo-promossa. Nitida testimonianza di come i campioni d’Italia in carica siano ancora un cantiere aperto. Eufemismo.

Inzaghi sceglie Lapadula come prima punta del suo 4-3-2-1, con Ionita e Caprari alle sue spalle. Fuori Insigne. In mezzo c'è Improta con Schiattarella ed Hetemaj, mentre Montipò gioca tra i pali, difeso da Letizia, Glik, Caldirola e Barba. Out Dabo per coronavirus e Iago Falque, infortunato.

Pirlo risponde con il solito 4-4-2 in cui non c'è Cristiano Ronaldo, a riposo in vista della Champions. Dybala dal 1' con l'intoccabile Morata, mentre Chiesa e Ramsey partono titolari sugli esterni. Interni Arthur e Rabiot, con Frabotta e Cuadrado terzini. Danilo e De Ligt i centrali, Szczesny in porta.

Approccio. Parola chiave per fotografare il primo tempo bianconero che, seppur beffato dal lampo di Letizia nelle battute conclusive, palesa evidenti limiti mentali da cancellare nel minor tempo possibile. Palla d’oro di Chiesa, Morata a dipingere l’ennesima gemma. Alla Signora appare tutto facile e, giustappunto, ci vuole un miracolo di Szczesny a negare a Schiattarella la gioia personale. Poco male, per i padroni di casa, che su un goffo rinvio di Arthur la pareggiano. Menzione speciale per Lapadula, solito guerriero in area di rigore. Menzione speciale, in negativo, per un mancino di Dybala – non da lui – da posizione più che favorevole.

Nella ripresa, sostanzialmente, succede molto poco. Con il Benevento a proporre grande diligenza tattica, e con Madama a sbattere ripetutamente contro il muro eretto dalla retroguardia giallorossa. Poche occasioni, poco da segnalare. Se non il rosso a Morata per proteste e l’ennesimo passo falso stagionale della Juve.

IL TABELLINO

BENEVENTO-JUVENTUS 1-1

MARCATORI: 21’ Morata, 45’ Letizia

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò 6.5; Letizia 7, Glik 6.5, Caldirola 6 (33’ Maggio 6), (60’ R.Insigne 6), Barba 7; Hetemaj 7, Schiattarella 7, Improta 6; Ionita 5 (71’ Tello), Caprari 5.5 (71’ Tuia 6); Lapadula 6.5 (71’ Sau 6). Allenatore: Filippo Inzaghi

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 6; Cuadrado 5, Danilo 6, De Ligt 7, Frabotta 5,5; Ramsey 5 (62’ Kulusevski 4.5), Arthur 5 (62’ Bentancur 5.5), Rabiot 6, Chiesa 6 (69’ Bernardeschi 5); Morata 6.5, Dybala 5. Allenatore: Pirlo

Arbitro: Pasqua

Ammoniti: Maggio, Schiattarella, Barba, Improta, R. Insigne (B), Cuadrado (J)

Espulsi: 96' Morata

Commenti ()