Voci sull'esonero? Conte tira dritto: "Non sento questo tipo di pressione"

Commenti()
Antonio Conte parla dopo la vittoria ottenuta dal Chelsea contro il Watford: “Torno a casa felice perché so che ho dato il 150%”.

Il Chelsea supera 4-2 in rimonta il Watford, dopo una partita che ha regalato una lunga serie di emozioni e riesce a ripartire dopo le due sconfitte subite consecutivamente in campionato contro Crystal Palace e Manchester City.

Un successo prezioso quello ottenuto dai Blues, che consente loro di restare in scia alle squadre che al momento occupano le primissime posizioni della classifica.

Una vittoria importante anche per Antonio Conte che, dopo il triplice fischio finale, ha così commentato le voci che sono circolate negli ultimi tempi e che volevano la sua panchina non propriamente saldissima: “Devo essere onesto, io sento molta pressione, ma non quel tipo di pressione legata alla possibilità di un esonero. Io credo nel mio lavoro, cerco di dare il tutto per il club per il quale lo sto lavorando. Lo faccio per il Chelsea, l’ho fatto nell’ultima stagione ed io e il mio staff lo stiamo facendo ancora oggi”.

Conte quindi non ha alcun timore: “L’unica pressione che sento è quella legata al fatto di voler dare soddisfazioni ai nostri tifosi. Loro stanno mostrando pazienza nei confronti della squadra, ci spingono in ogni partita. Altre cose non contano, so cosa comporta il mio lavoro. Quando torno a casa sono contento perché so che sto dando il 150% per il mio club e i miei giocatori stanno facendo la stessa cosa”.

Chiudi