Violenza ai Mondiali: 'tifosi' argentini aggrediscono due croati

Commenti()
Due tifosi croati sono stati vittime di una brutale aggressione a seguito della partita che ha visto protagoniste Argentina e Croazia.

Era considerata una delle grandi favorite per la vittoria finale di Russia 2018, le pessime prestazioni fornite sin qui nel corso del torneo, rischiano di metter fine al suo Mondiale dopo appena tre partite.

Un nuovo modo di vedere la Serie A: scopri l'offerta!

L’Argentina è stata sin qui protagonista in negativo dei Campionati del Mondo e, la pesantissima sconfitta patita per 3-0 contro la Croazia, non solo ha palesato tutti i problemi di una squadra che in molti hanno già definito la peggior Albiceleste di sempre, ma ha reso anche estremamente in salita la strada che conduce agli ottavi di finale.

L'articolo prosegue qui sotto

Le bruttissime prove di Messi e compagni hanno evidentemente fatto perdere la testa ad alcuni tifosi che, dopo la debacle di giovedì sera, si sono resi protagonisti di vergognosi atti di violenza.

E’ infatti diventato virale un video che ritrae alcuni ‘supporters’ dell’Albiceleste sferrare calci e pugni ad alcuni tifosi che hanno avuto la semplice ‘colpa’ di essere croati. Le immagini immortalate da alcuni presenti e immediatamente postate sui vari social network, mostrano chiaramete alcune persone con maglie dell’Argentina o di club argentini, aggredire brutalmente due malcapitati uno dei quali, con la maglia della Croazia, è stato ripetutamente colpito alla testa ed ha fatto molta fatica a rialzarsi.

Tra coloro i quali hanno assistito alla scena, anche alcuni tifosi sempre dell’Argentina che hanno richiamato l’attenzione degli addetti alla sicurezza e che hanno cercato di metter fine al pestaggio.

Prossimo articolo:
Calendario Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Classifica assist Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Classifica marcatori Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Napoli-Lazio 2-1: Milik e Callejon stendono l'Aquila
Chiudi