VIDEO - Ricardo Pereira spavaldo: "Il Nizza può giocare come il Barcellona"

ESCLUSIVA - Il portoghese Ricardo Pereira è sicuro del Nizza, la squadra francese può costruirsi un'identità in stile blaugrana: "E' il nostro gioco".

Appena tre stagioni fa, il Nizza si trovava immerso nell'abisso. Dopo aver rischiato la retrocessione nel 2013/2014, la squadra francese sembrava in una situazione disastrosa. Alora l'Europa e i trofei erano quanto di più lontano ci fosse, ora sono una vera e propria realtà.

Grande annata per il Nizza, riuscito a lottare con Monaco e PSG per la conquista della Ligue 1, sfumata da pochi giorni. La squadra di Favre ha però comunque conquistato un posto in Champions League.

Il Nizza ha sviluppato un'identità basasta sul possesso palla e sui passaggi che ricorda quella del Barcellona: "Cerchiamo di giocare come sappiamo" evidenzia a Goal in esclusiva Ricardo Pereira, versatile difensore della squadra. "I blaugrana amano giocare la palla, cerchiamo di farlo anche noi. Questo è il nostro gioco".

Lucien Favre ha portato questa mentalità al Nizza, diventando essenziale per l'ottima stagione fin qui disputata: "Tenere la palla è importante, porta alla fluidità che troviamo in campo. Cerchiamo di giocare come vogliamo e di portare la nostra creatività nel gioco. Favre cerca sempre di aiutarci, ci parla e ascolta le nostre opinioni" evidenzia Pereira a tal riguardo.

Ricardo Pereira Balotelli Nice

Pereira spiega come mister Favre si interessi continuamente ai suoi giocatori: "Chiede se ci sentiamo bene, come stanno le nostre famiglie. Insomma, non solo il calcio ma anche la vita privata, è molto vicino a tutti noi. Posso parlare per me, ma penso che siano felici anche i miei compagni di squadra".

"Abbiamo una grande rapporto tra noi giocatori, questo aiuta molto. Credo sia il segreto del Nizza" ci confessa Pereira. "E' importante perchè si tratta di qualcosa oltre il calcio, lo dimostriamo quando giochiamo".

Il mondo si è accorto del Nizza, la gente della Costa Azzurra è su di giri: "La gente ci ferma per strada per dire che si diverte tantissimo a guardarci, è postivio per noi. Giochiamo per tutti, ci dicono sempre che li facciamo sognare". I tempi duri sono ormai alle spalle.

Chiudi