Viareggio Cup, PSV abbandona il campo per protesta: torna a giocare e perde 3-0

Commenti()
Getty
Curioso episodio accaduto al torneo di Viareggio: il PSV, per protesta, ha lasciato il campo per 15 minuti per poi tornare e perdere comunque 3-0.

Ha da poco avuto inizio il tradizionale Torneo di Viareggio, competizione con cadenza annuale dedicata alle squadre Primavera, ottima vetrina per quei giovani calciatori in rampa di lancio e desiderosi di mettersi in evidenza.

Viareggio Cup, 1° turno: ok Juventus ed Inter

La prima giornata ha visto come protagonisti assoluti gli olandesi del PSV, ma non per quanto riguarda la prestazione sul campo, anzi: la gara contro i pari età del Bologna ha molto da raccontare, soprattutto se si prendono in considerazione le tante proteste dei biancorossi nei confronti dell'arbitro dell'incontro.

Il fischietto Di Marco da Ciampino ha fischiato un calcio di rigore in favore del Bologna (fallo avvenuto fuori area) che ha letteralmente fatto imbestialire il tecnico del PSV Brusselers, espulso nell'occasione. Il tecnico si è però prima rifiutato di abbandonare il suo posto in panchina, costringendo poi tutta la sua squadra a fare rientro anticipato negli spogliatoi.

Una situazione surreale, conclusasi poi 15 minuti dopo: il PSV è tornato in campo perdendo con il punteggio di 3-0, lo stesso che sarebbe maturato qualora non ci fosse stato il rientro sul terreno di gioco.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: summit Leonardo-Preziosi
Chiudi