Verratti e Jorginho, l'Italia non gira: "Toccato il fondo"

Commenti()
Getty
Il centrocampo dell'Italia con Parolo, Jorginho e Verratti ha sofferto contro l'Argentina, il giocatore del PSG ammette: "È il momento più brutto".

La sconfitta per 2-0 contro l'Argentina ha lasciato tanta delusione nel gruppo azzurro. Nonostante le parole rassicuranti di Di Biagio, l'Italia ha mostrato ancora una volta i suoi attuali limiti: se l'attacco fatica a far goal, e la difesa traballa, il vero problema degli azzurri sembra essere il centrocampo.

Il terzetto scelto da Di Biagio, composto da Parolo, Jorginho e Verratti, non ha offerto la solidità e la qualità che il Ct probabilmente si aspettava. L'oriundo del Napoli con un grave errore ha propiziato la rete del vantaggio di Banega e non è riuscito a dare alla squadra le giuste geometrie.

Parolo ci ha messo impegno ma ha sofferto tanto nel primo tempo. Verratti ha confermato di non riuscire a rendere con la maglia azzurra come fa nel suo club, il PSG, e ha alternato preoccupanti disattenzioni a discrete giocate. 

Verratti sul momento dell'Italia PS ita

"Non ci soffermiamo sulle prestazioni di Jorginho e Verratti, - ha dichiarato il Ct azzurro nella conferenza stampa post gara - hanno grande talento e per me sono il futuro dell'Italia". Ma alle punte sono arrivati pochi palloni interessanti, mentre alla difesa non è stata garantita una sufficiente copertura. 

Si spiega anche così il ko con l'Albiceleste ed è chiaro che la strada da percorrere è lunga. Ad ammetterlo sono gli stessi giocatori, in primis Marco Verratti, che ai microfoni del 'Corriere dello Sport' non si nasconde.

L'articolo prosegue qui sotto

"È il momento più brutto, - ha ammesso - abbiamo toccato il fondo. Siamo fuori dai Mondiali e questi risultati dicono che non siamo più una grande Nazionale".

Testa bassa, insomma, e pedalare. "Bisogna ripartire, l’Argentina sta più avanti di noi. - ha detto il centrocampista - Lo so anche io che non ho giocato benissimo, potevo fare meglio, ho giocato una partita normale. Nel primo tempo abbiamo avuto paura, non siamo riusciti a prenderli alti. Nella ripresa qualcosa di meglio si è visto ma non è bastato".

Chiudi