Verona-Milan 1-3: Tonali indiavolato, i rossoneri rimontano e tornano in vetta

Chi l'ha seguita allo stadio avrà fatto fatica a sentire la propria voce: chi lo ha fatto da casa, invece, quella dei telecronisti. In ogni caso, quella tra Verona e Milan è stata una partita dalle emozioni forti.

Tudor con Barak e Caprari dietro a Simeone, Pioli con Saelemaekers e Krunic sulla trequarti con Rafael Leao, alle spalle di Giroud.

La prima, grande occasione capita a Krunic che sfrutta un cross di Saelemaekers e con un colpo di testa costringe Montipò a un riflesso super. Manca poco, comunque: Tonali lotta con Ilic sul lancio di Maignan e vince il confronto liberandosi al tiro ravvicinato per lo 0-1 al 16'. Dopo un consulto al VAR, però, Doveri annulla per fuorigioco del centrocampista al momento del lancio del portiere francese.

Tonali, però, è vivo: scambio con Calabria nell'azione successiva e conclusione di quest'ultimo parata da Montipò. Ritmi elevatissimi che favoriscono lo spettacolo: al 23' bella combinazione in ripartenza del Verona con cross di Faraoni per la girata di Caprari che sfiora il palo. Al 26', invece, a provarci è Krunic con una botta dal limite che termina alta.

Quindi Barak che dopo la riconquista di Tameze lancia Simeone che con il destro conclude sull'esterno della rete: il Verona cresce e trova il vantaggio al 38'. Cross dalla sinistra di Lazovic e colpo di testa vincente di Faraoni per l'1-0 gialloblù.

Il pareggio del Milan arriva in chiusura di primo tempo: palla persa dai padroni di casa e contropiede di Leao che si porta la sfera sul fondo e serve arretrato Tonali per l'1-1. Questa volta è buono: pari rossonero all'intervallo.

Nella ripresa distrazione fatale del Verona: perde palla su un calcio d'angolo a favore e favorisce la ripartenza del Milan che, dopo un'altra grande azione di Rafael Leao, conlcude in rete ancora una volta con Tonali. Ennesimogoal pesante, doppietta di incredibile significato, nel giorno del suo compleanno. Momento straordinario per il centrocampista.

La formazione di Tudor punta quindi sulla costruzione del gioco, con i rossoneri che si chiudono e ripartono: molto pericoloso al 65' Rafael Leao, che prova a sorprendere Montipò sul suo palo con un destro rasoterra. Bravo il portiere di casa.

Ma il Milan è troppo per il Verona, nella serata del Bentegodi: una squadra sicura di poter centrare l'obiettivo andando ben al di là delle pressioni e della tensione. Matura: merito di Pioli, va ripetuto.

E il simbolo, o uno dei simbolo, è Florenzi: entra, si fa metà campo e scambia con Messias che gli restituisce palla. Stoppa e conclude all'angolino per l'1-3 all'87'. Prestazione maiuscola dei rossoneri che vincono e scavalcano di nuovo l'Inter in vetta: meno due gare alla fine. Lotta "indiavolata".

IL TABELLINO E LE PAGELLE

VERONA-MILAN 1-3

Marcatori: 38' Faraoni (V), 45'+3' Tonali (M), 49' Tonali (M), 87' Florenzi (M)

VERONA (3-4-2-1): Montipò 6.5; Casale 5 (66' Hongla 6), Günter 6, Ceccherini 6 (79' Sutalo sv); Faraoni 6.5 (66' Depaoli 6), Tameze 6.5, Ilic 5.5, Lazovic 7; Barak 6, Caprari 6; Simeone 6 (72' Lasagna sv). All. Tudor

MILAN (4-2-3-1): Maignan 6; Calabria 5.5 (84' Florenzi 6.5), Kalulu 6, Tomori 6, Theo Hernandez 6; Kessie 6, Tonali 7.5; Saelemaekers 6 (62' Messias 6), Krunic 6.5 (69' Bennacer 6), Leao 7.5 (84' Ibrahimovic sv); Giroud 6 (63' Rebic 6). All. Pioli

Arbitro: Doveri

Ammoniti: Faraoni (V), Leao (M), Ilic (V)

Espulsi: -

Note: Al 16' goal annullato a Tonali per fuorigioco