Notizie Risultati Live
Bundesliga

Union Berlino, i giocatori si vendicano col tecnico che li aveva snobbati: lo videochiamano

22:34 CEST 30/05/19
Union Berlin Stuttgart playoff 27 05 2019
Festa con sfottò per l'Union Berlino: i giocatori videochiamano il tecnico che li aveva snobbati e che non allenerà in Bundesliga... per colpa loro!

A volte parlare male troppo presto può essere rischioso. Lo ha imparato a proprie spese Tim Walter, allenatore che nella stagione appena conclusa ha avuto successo con l'Holstein Kiel, in seconda divisione tedesca, e precedentemente ha allenato le giovanili del Bayern Monaco.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il tecnico, come raccontato dal 'Kicker', è stato vittima degli sfottò dell'Union Berlino durante la festa che si è tenuta allo Stadion an Der Alten Försterei per la prima, storica promozione in Bundesliga del club della capitale.

Dopo la partita giocata lo scorso 1 marzo tra l'Union e l'Holstein Kiel, vinta per 2-0 dalla neopromossa in Bundes, Walter si è lasciato andare, affermando che agli avversari "non interessava giocare a calcio". Allusione allo stile di gioco piuttosto conservativo, che contrasta con l'idea di calcio offensiva di Walter.

Alla fine della stagione però l'Holstein Kiel ha chiuso al sesto posto in classifica, mentre l'Union ha centrato la massima categoria dopo il terzo posto. Per Walter la beffa è stata doppia: il 20 maggio scorso ha firmato per essere il prossimo allenatore dello Stoccarda.

Tutto normale, se non fosse che lo Stoccarda è proprio la squadra che l'Union ha battuto nello spareggio che è valso lo storico traguardo. Allo Stoccarda è invece costato la retrocessione in 2. Bundesliga. Un dramma sportivo, anche per Walter.

Come se la beffa non bastasse, i giocatori dell'Union e in particolare il centrocampista Manuel Schmiedebach hanno deciso di affondare il dito nella piaga. Nel pieno della festa, il mediano ha provato a videochiamare Walter, con prontissima la battuta.

"Eccoci qui, non ci interessa giocare a calcio, ma siamo stati promossi!"

Walter, però, non ha risposto alla telefonata. Forse però si sarà almeno morso la lingua...