Troppe critiche, Gattuso difende Bonucci: "Voleva aiutare Kean"

Commenti()
Getty Images
Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, commenta il caso Kean-Bonucci: “In Italia non si può parlare di nulla, voleva solo aiutare il ragazzo”.

Quella che si avvia alla conclusione è stata una settimana diversa dalle altre per Moise Kean e Leonardo Bonucci. Gli ululati rivolti al giovane attaccante bianconero a Cagliari infatti, hanno riportato al centro dell’attenzione il problema del razzismo negli stadi e, le successive parole con le quali il difensore ha commentato l’accaduto, l’hanno trascinato al centro di un vero e proprio uragano di polemiche.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

La Juventus sabato sarà impegnata a Torino contro il Milan e, nella conferenza stampa di presentazione del match, il tecnico rossonero Gennaro Gattuso ha parlato proprio di Kean e del suo stato di forma.

“E’ forte, riesce ad abbinare talento e forza fisica. Allegri ha detto che deve restare tranquillo ed io sono d’accordo con lui, è un ragazzo del 2000 e deve volare basso e allo stesso tempo lavorare su quelli che sono i suoi margini di miglioramento”.

Gattuso ha anche commentato le parole di Bonucci (che ha legato gli ululati razzisti anche all’esultanza di Kean) e il fatto che sia stato criticato da moltissime persone, compresi diversi colleghi.

“Il fatto è che in Italia non si può parlare di nulla purtroppo. Bisogna capire perchè Leonardo ha parlato così. Kean è un ragazzo del 2000 ed ha ancora bisogno di consigli. Io le ho lette bene le sue parole e lui non voleva massacrare nessuno, ma essendo più grande voleva solo aiutare il ragazzo e farlo stare più tranquillo”.

Chiudi