Notizie Risultati
Serie D

Tragedia al Tuttocuoio: Zini uccide l'ex fidanzata e si suicida

16:03 CEST 26/05/18
Pallone fango
Un dramma sconvolge il calcio pisano: Federico Zini ha sparato a Elisa Amato, quindi si è suicidato. Proprio domani avrebbe compiuto 25 anni.

Una tragedia sconvolgente, un dolore inenarrabile, una follia che non ha ancora un perché. Federico Zini, attaccante del Tuttocuoio, club pisano che ha appena concluso il proprio campionato di Serie D, ha ucciso la propria fidanzata e poi si è suicidato.

Lei si chiamava Elisa Amato, aveva 30 anni e viveva a Prato. Secondo le ricostruzioni la donna ha lasciato Zini, che nella notte tra venerdì e sabato si è recato a casa sua per provare a convincerla a tornare insieme.

Federico l'avrebbe costretta a salire assieme a lui in auto verso San Miniato, in provincia di Pisa, dove abitava e dove ha sede il Tuttocuoio. Ed è proprio lì, in un parcheggio, che si è consumato il dramma: il calciatore prima ha sparato a Elisa, quindi ha rivolto l'arma contro se stesso, decidendo di suicidarsi.

Federico Zini, che di mestiere faceva l'attaccante, era nato il 27 maggio del 1993: proprio domani, dunque, avrebbe compiuto 25 anni. Da un anno militava nel Tuttocuoio, dove era arrivato un anno fa dopo aver giocato addirittura a Malta, in Bulgaria, nelle Filippine e in Mongolia.

In gioventù Zini era cresciuto nel vivaio dell'Empoli, non riuscendo però a proseguire la scalata fino ad arrivare alla prima squadra. Una carriera spezzata da un colpo di pistola.