Salvataggi riusciti e mancati: la Premier League del Manchester City è questione di millimetri

manchester city burnley aguero lowton line 2019 premier league
Getty Images
Il City ha vinto una partita chiave contro il Burnley, decisivo il mancato salvataggio di Lowton. Cosa che era riuscita a Stones contro il Liverpool.

Si dice spesso che nel calcio la differenza tra vittoria e sconfitta la fanno i dettagli. Un concetto che nella Premier League 2018/19 è stato probabilmente esasperato: per il Manchester City, capolista a due giornate dalla fine, potrebbero essere i millimetri a fare la differenza.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

29, ad esempio, sono stati i millimetri che hanno separato la squadra di Guardiola dal rimanere dietro al Liverpool a 180 minuti dalla fine di uno dei campionati più combattuti degli ultimi anni. Contro il Burnley il City ha dovuto infatti ringraziare anche la Goal Line Technology per strappare 3 punti al Turf Moor.

La differenza l'ha fatta un goal di Aguero, ma soprattutto un salvataggio mancato da Lowton per pochissimo sulla linea sulla conclusione del Kun. Per nemmeno 3 centimetri, la palla ha oltrepassato totalmente la linea di porta e fissato lo 0-1 per il club di Manchester.

Un film già visto per il City, anche se al contrario. Un'altra decisione della 'Goal Line Technology' ha infatti definito la differenza nello scontro diretto contro il Liverpool del gennaio all'Etihad Stadium.

In quel caso era stato Stones a inseguire un pallone che si dirigeva verso la porta degli 'Sky Blues', riuscendo a spazzare via giusto in tempo prima che la sfera oltrepassasse totalmente la linea di porta.

Un salvataggio riuscito nel momento giusto nella partita più importante da parte di un proprio giocatore; un altro mancato in un'altra partita decisiva, alla terzultima giornata, da un avversario. Se a 180 minuti dalla fine della Premier League il City è in testa e ha il proprio destino in mano, è anche grazie ai dettagli. Anzi, ai millimetri.

Chiudi