Totti, De Rossi e Florenzi dagli ultras della Roma: "Li vogliamo all'Olimpico"

Commenti()
Getty Images
Domenica all'Olimpico si giocherà Lazio-Roma e i capitani giallorossi, Totti, De Rossi e Florenzi, hanno incontrato gli ultras giallorossi per convincerli a riempire la Curva Sud.

A Roma è iniziata la settimana più attesa dell'anno, quanto meno riguardo al calcio: domenica pomeriggio, infatti, l'Olimpico sarà teatro del derby fra Lazio e Roma. Una partita che va anche al di là della semplice forte rivalità cittadina, visto che quest'anno le due squadre stanno lottando entrambe per le prime posizioni in classifica, con la Roma seconda a quota 29 punti e la Lazio che segue con un solo punto in meno.

Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta e streaming

La Roma sta vivendo un momento di risultati, e soprattutto di prestazioni, altalenanti, anche se alla sconfitta con l'Atalanta sono seguite poi le vittorie in Europa League contro il Viktoria Plzen e in campionato contro il Pescara. Per affrontare la Lazio nel migliore dei modi, però, occorre che tutte le componenti diano il massimo, anche i tifosi. Per questo, la squadra si augura che gli ultras della Curva Sud, che disertano l'Olimpico ormai da oltre un anno in protesta per le 'barriere' installate nelle curve per motivi di sicurezza e ordine pubblico, tornino allo stadio quanto meno in occasione della stracittadina.

Per questa ragione i calciatori della Roma hanno deciso di fare un tentativo per convincere gli ultras giallorossi a riempire di nuovo la Curva Sud; una iniziativa in cui la società non è entrata, ma di cui era chiaramente a conoscenza. Così i tre capitani, Francesco Totti, Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi, come riferisce la 'Gazzetta dello Sport', in rappresentanza di tutta la squadra lunedì si sono recati al 'PalaGems' dove era in corso un triangolare fra vecchie glorie della Roma, ultrà di varie parti d'Italia e gli 'Amici di Peppe', una serata in ricordo di Giuseppe De Vivo, storico leader della Curva Sud e speaker radiofonico che è scomparso un anno fa. Lo scopo era appunto di incontrare gli ultras per convincerli a tornare all'Olimpico per il derby.

I tifosi hanno accolto con grande calore i tre calciatori della Roma e non sono chiaramente mancati gli inviti a battere la Lazio domenica, sarà però difficile che gli ultras tornino all'Olimpico, tant'è che dei 15 mila biglietti a disposizione dei tifosi giallorossi ne sono stati venduti finora solo 2500. La 'battaglia' ideologica riguardo le 'barriere' avrà probabilmente la meglio sulle ragioni del cuore. "E' evidente che sia cambiato tutto - ha affermato De Rossi alla 'Gazzetta dello Sport' - Il rapporto con i tifosi è diverso, ci sono mille filtri tra noi e loro, e si è perso quello che era lo spirito di tanti che sono qua. Speriamo che si possa ritornare al più presto a una Curva come quella che c'era nei vecchi tempi".

Vecchi tempi che Florenzi non ha vissuto ma che si augura di poter vivere qualcosa di simile... "Il nostro rapporto con i tifosi è stato sempre ottimo, fantastico e caloroso, siamo tutti fratelli - ha detto - Daniele e Francesco hanno vissuto la parte più bella, c'erano tanti tifosi allo stadio. Io sono arrivato troppo tardi, sono stato penalizzato. Speriamo che le cose si mettano a posto per riavere i nostri tifosi vicino, perché tutti sanno quanto sono importanti".

E Totti? Il capitano si augura di poter riavere la spinta importante rappresentata da quella parte di tifo più calorosa della Curva, perché in questa stagione la Roma si trova a inseguire a pieno titolo obiettivi importanti... "Noi vogliamo che loro ritornino, come ai vecchi tempi - ha detto Totti, come riferisce la 'Gazzetta dello Sport' - Ci servono per conquistare i nostri obiettivi".

 

Chiudi