Torino, umiltà Belotti: "Devo migliorare in tutto, soprattutto sui rigori..."

Commenti()
Andrea Belotti celebrating Fiorentina Torino Serie A 27022017
Getty
Andrea Belotti è il capocannoniere della Serie A (con Higuain e Dzeko) ma non si accontenta. "Ogni giorno lavoro per alzare l'asticella", dice a Sky.

Andrea Belotti è atteso da una gara speciale. Domenica il suo Torino riceverà il Palermo, la squadra che lo ha lanciato nel grande calcio e da cui i granata lo hanno acquistato due estati fa in cambio di 7 milioni e mezzo. Oggi l'attaccante classe 1993 di milioni ne vale addirittura 100 (come da clausola rescissoria) ma non si monta affatto la testa.

Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A

Intervenuto ai microfoni di 'Sky', Belotti ha posto l'accento sulla necessità di fare ulteriori step prima di essere considerato un campione al 100%: "Devo migliorarmi in tutto, ho ancora molta strada da fare. Rigori? Sì, devo lavorare soprattutto su quello".

Il bomber del Torino ha già fallito tre volte quest'anno dal dischetto: "Ogni giorno lavoro per alzare l'asticella, sono molto autocritico. E' vero che sto segnando in tanti modi diversi, di destra, di sinistro, di testa, ma posso andare ancora oltre quelli che sono i miei limiti attuali".

Ecco la Goal 50: i migliori 50 giocatori al mondo

A Belotti, diventato anche un punto fermo della Nazionale, non manca di certo la fame: "Lavoro per fare sempre meglio, non mi basta mai. Mi considero un tipo umile ma al tempo stesso molto ambizioso". L'attaccante (5 centri nelle ultime 4 giornate) vestirà la fascia di capitano contro gli ex compagni, vista l'assenza per squalifica di Benassi.

Proprio in tema di Palermo, ecco la sua opinione sull'addio, ormai dietro l'angolo, del vulcanico Zamparini: "Un grandissimo presidente. Al di là dei tanti allenatori che ha cambiato, ha scoperto tantissimi talenti. Abbiamo un bellissimo rapporto, anche se poi è finita male: non vedeva in me determinate caratteristiche ma è sempre stato un signore. Se dovesse realmente lasciare, penso che la citta di Palermo ne risentirebbe".

 

Chiudi