Torino-Juventus, Nedved bloccato in auto: allo stadio a piedi tra i tifosi granata

Commenti()
AFP
Contrattempo per Nedved prima di Torino-Juventus: impossibilitato ad arrivare allo stadio in auto, ha percorso 300 m a piedi con i tifosi granata.

Il prepartita di Torino-Juventus era stato incendiato da una battuta al veleno di Pavel Nedved, interpellato sulla nuova avventura di Giuseppe Marotta, nominato amministratore delegato dell'Inter: "Forse non è mai stato juventino"

Rivedi Torino-Juventus on demand su DAZN: attiva il tuo mese gratuito

Frase dura ma allo stesso tempo chiara, un'uscita allo scoperta del ceco che farà sicuramente discutere nei prossimi giorni, frutto forse di un nervosismo figlio a sua volta di una disavventura che lo ha visto protagonista a poche ore dal calcio d'inizio.

L'articolo prosegue qui sotto

Come spiegato da 'Tuttosport', il vicepresidente juventino era diretto verso il parcheggio autorità dello stadio 'Grande Torino', salvo essere fermato da un vigile, intento a creare un cordone di sicurezza nei pressi dell'impianto.

Nonostante le spiegazioni dell'autista e la rivelazione su chi ci fosse all'interno, il vigile blocca l'auto scatenando l'ira di Nedved, visto discutere in maniera abbastanza animata prima di prendere una decisione drastica.

Percorsi trecento metri a piedi per arrivare allo stadio, tutti o quasi in mezzo ai tanti tifosi rivali del Torino, increduli nel vedere l'ex Pallone d'Oro tra di loro. Per fortuna tutto è andato liscio, senza il verificarsi di problemi di ordine pubblico.

Prossimo articolo:
Napoli-Lazio 2-1: Milik e Callejon stendono l'Aquila
Prossimo articolo:
Rosso per Acerbi: salterà Lazio-Juventus, assente dopo 149 partite
Prossimo articolo:
Convocati Serie A: 20ª giornata
Prossimo articolo:
Lazio, infortunio per Luiz Felipe: esce dal campo in lacrime
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 20ª giornata - Vincono Real Madrid e Atletico Madrid
Chiudi