Torino-Inter, i dubbi di Spalletti: tentazione Lautaro dal 1'

Commenti()
Getty Images
L'Inter a Torino deve riscattare il pareggio interno con il Sassuolo. Tanti dubbi per Spalletti, che può rivoluzionare l'attacco.

Lo 0-0 in casa con il Sassuolo da dimenticare, per riallungare nuovamente sul quarto posto e accorciare sul Napoli, bloccato a San SIro dal Milan. L' Inter affronta la complicata trasferta di Torino , contro i granata, con tanti dubbi di formazione, ma anche determinazione e voglia di rivincita dopo lo stop interno di settimana scorsa.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND.

Luciano Spalletti deve sciogliere diversi nodi legati alle scelte di formazione dal centrocampo in su, mentre parte da solide certezze in difesa. Davanti ad Handanovic la linea a quattro sarà composta da D'Ambrosio e Asamoah sulle corsie, con De Vrij e Skriniar coppia centrale.

Dalla mediana in avanti iniziano i primi punti interrogativi, anche a livello di modulo: l'enigma tra il 4-3-3 e il 4-2-3-1, con l'opzione più remota del 4-4-2, si ripresenta. La decisione è da valutare più su una questione di caratteristiche dei giocatori che di disposizione in campo. Leggasi: Radja Nainggolan o non Radja Nainggolan ? Il belga non è mai stato titolare nelle ultime tre uscite, ma potrebbe ritrovare campo all'Olimpico.

Insieme a lui sulla trequarti ecco la tentazione Lautaro Martinez , che per la prima volta dalla prima giornata (sconfitta per 1-0 sul campo del Sassuolo) giocherebbe insieme a Mauro Icardi , anche se in un ruolo diverso. Dopo il goal al Napoli, l'argentino non è mai riuscito a ritagliarsi uno spazio da titolare causa la presenza del capitano nerazzurro, intoccabile e insostituibile.

Le condizioni precarie di Politano e la possibile panchina di Perisic, oltre all'assenza certa di Keita, potrebbero spingere Spalletti a sperimentare con il duo argentino, con Joao Mario a completare la linea di trequarti. Con Vecino e Brozovic a centrocampo, l'escluso potrebbe essere Borja Valero . L'ex Fiorentina potrebbe però scalzare Nainggolan, così come Candreva che spera ancora in una maglia.

Se da un lato Spalletti convive con tanti dubbi, dall'altro il Torino ha recuperato certezze. Difesa solida davanti a Sirigu con Izzo, N'Koulou e Djidji, mentre Ansaldi si ripropone come interno di centrocampo. Davanti con Belotti ancora Iago Falqué.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi, Aina; Iago Falque, Belotti.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Lautaro, Nainggolan, Joao Mario; Icardi.

Chiudi