Torino-Genoa, clamoroso Piatek: sostituito alla mezz'ora

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty Images
Il capocannoniere Krzysztof Piatek è stato tolto dal campo da Murgita al 30' dopo il rosso a Romulo. E non l'ha presa bene: "Togli me?".

Carlsberg Fantamanager

Il capocannoniere del campionato sostituito dopo mezz'ora. Capita raramente, praticamente mai, a meno che di mezzo non ci sia qualche problema fisico. E nel caso di Krzysztok Piatek no, di problemi fisici proprio non ce n'erano.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il centravanti polacco è stato tolto dal campo da Roberto Murgita, secondo dello squalificato Juric, al minuto 30 del primo tempo di Torino-Genoa, facendo strabuzzare gli occhi a tutti coloro che stavano assistendo al match, all'Olimpico oppure davanti alla tv. Motivo? Il Grifone era appena rimasto in 10 per l'espulsione di Romulo, ammonito una prima e poi una seconda volta.

Murgita ha così pensato bene di recuperare un po' di equilibrio cercando di non scoprire troppo risultato e difesa. Anche perché in quel momento il Genoa stava conducendo per 1-0 grazie a una rete di Kouamé, rimasto orfano del partner d'attacco e costretto dalla mezz'ora in poi ad agire come punta unica.

E Piatek come l'ha presa? Non benissimo. Tanto che al momento della sostituzione non ha nascosto la propria totale sorpresa, disegnando sul volto un'espressione incredula e protestando col proprio allenatore in seconda: "Me?". In ogni caso, il centravanti non si è lasciato andare ad alcuna scenata, senza seguire dunque l'esempio di alcuni suoi colleghi.

"Perché abbiamo deciso di togliere Piatek? E' una scelta dettata dal fatto di dover giocare una partita di sofferenza - ha spiegato Murgita, intervenuto su 'Sky Sport' al termine del match - Per questo abbiamo deciso di puntare su Kouamé".

Senza la propria punta di diamante, peraltro tornata al goal nella giornata precedente contro la Sampdoria, il Genoa non ha resistito: il Torino ha prima segnato il goal del pareggio con l'ex Ansaldi, quindi quello del 2-1 con un rigore di Belotti. Condannando i rossoblù a un altro ko.

Prova subito Carlsberg Fantamanager e scopri chi schierare

Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Batshuayi e Muriel alternative a Quagliarella
Prossimo articolo:
Napoli, Ancelotti fuori ai gironi di Champions: non succedeva dal 2000
Prossimo articolo:
Ottavi Champions League: le possibili avversarie della Roma
Prossimo articolo:
Ottavi Champions League: le possibili avversarie della Juventus
Prossimo articolo:
Viktoria Plzen-Roma, tocca a Pastore: il Flaco debutta in Champions League
Chiudi