Timido annuncio di Badelj: "Potrei restare anche alla Fiorentina"

Commenti()
Getty Images
Milan Badelj, ai microfoni del 'Corriere dello Sport', parla del suo futuro in modo criptico: "Non è escluso che io resti alla Fiorentina".

Dopo un campionato ed un Europeo disputati da assoluto protagonista, Milan Badelj nel corso di questa stagione è calato a picco come tutta la Fiorentina. Il centrocampista croato, forse distratto inizialmente anche dalle voci di mercato, ha perso brillantezza. In un'intervista al 'Corriere dello Sport', prova a chiarire la situazione.

Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A

Queste le parole di Badelj sul mercato: "Capisco che la gente pensi o abbia pensato certe cose né io voglio trovare delle scuse per giustificare un rendimento che non sempre è stato brillante. Però al mercato ho pensato davvero poche volte. E comunque solo l’estate scorsa, per qualche momento. Poi stop".

"Con la Fiorentina ho ancora un contratto fino al 2018 e ho sempre detto che qui mi trovo veramente bene. Quindi non è escluso anche che resti. Speriamo che la società e il mio procuratore arrivino a chiarirsi".

Badelj torna poi sull'eliminazione dall'Europa League contro il Borussia: "Pensiamo spesso a quella gara. Loro non erano più forti di noi. E infatti eravamo riusciti a fargli due gol e a sfiorare anche il terzo. Nessuna scusante, la vergogna è solo nostra e di nessun altro. Dobbiamo conviverci e andare avanti". 

Il croato conlude così, spiegando il momento di difficoltà: "Siamo una buona squadra ma non ai livelli di Real o Barcellona. Basta quindi che qualcuno di noi rallenti e finiamo per incontrare qualche difficoltà. L’anno scorso iniziavamo le partite già in vantaggio per 1-0 e questo ti dava forza, convinzione".

Chiudi