Tevez a sorpresa: "Non seguo il calcio, meglio il golf"

Commenti()
Tevez Boca Colon Superliga 30092018
@BocaJrsOficial
Carlos Tevez senza filtri: "Tra Real Madrid-Barcellona e un torneo di golf guardo il secondo, a me il calcio piace giocarlo".

Il rapporto strettissimo che c’è tra Carlos Tevez e Buenos Aires presto potrà essere visto e conosciuto da tutto il mondo in maniera più approfondita. L’ex attaccante della Juventus sta infatti girando un documentario incentrato proprio sulla sua storia, dall’infanzia difficile nel quartiere di Fuerte Apache al suo debutto in prima squadra con il Boca Juniors, il club della sua vita e quello in cui gioca anche in questo momento della sua carriera dopo la parentesi cinese con lo Shanghai Shenhua.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

“L'infanzia a Fuerte Apache è stata difficile e fatta di droga, armi e rapine. È stato difficile. Ho vissuto tutto quello che si vive nei quartieri marginali. Ma nonostante questo noi bambini eravamo felici, giocavamo sempre a calcio e questo ci bastava”, ha raccontato Tévez in un’intervista concessa al quotidiano di Buenos Aires, 'El Clarìn'. "Con la produzione abbiamo deciso di raccontare la mia storia così com'è. Non manca nulla: dal giorno che mi sono procurato la cicatrice sul volto fino al debutto col Boca".

Il documentario non vuole essere soltanto autobiografico, ma soprattutto di denuncia sociale in un quartiere povero e tra i più difficili di Buenos Aires come il suo: "Possiamo passare un'intera giornata a parlare di politica e non saremo mai d'accordo. Nel frattempo ci sono persone che stanno morendo di fame. Perdiamo tempo a discutere e non facciamo nulla per i ragazzi che stanno morendo di fame. Serve il buon esempio".

A salvare Tévez è stato il calcio, lo stesso che però, confessa l’Apache, non ama guardare intelevisione: "Non mi piace vedere il calcio in televisione. Se in tv c'è Barcellona-Real Madrid e su un altro canale trasmettono un torneo di golf, guardo il golf. Non sono mai stato un fanatico delle partite. A me piace giocare, avere la palla tra i piedi”.

Chiudi