Svolta Arsenal: punta tutto su Arteta per il dopo Wenger

Commenti()
Getty/Goal
Mikel Arteta è il favorito per sedersi sulla panchina dell'Arsenal: tornerebbe dopo 5 stagioni da calciatore. Guardiola: "Se vuole, può andare".

Tra ringraziamenti e qualche lacrima di commozione, Arsene Wenger ha detto addio all'Arsenal. E adesso, caccia al successore. Una specie di guazzabuglio, perché i nomi associati alla panchina dei Gunners sono vari e variegati.

In pole, però, è schizzata una vecchia conoscenza dell'ambiente biancorosso: Mikel Arteta, attuale assistente di Pep Guardiola al Manchester City e centrocampista dello stesso Arsenal dal 2011 al 2016. Nel calderone di nomi e strade percorribili, quella più concreta porta proprio allo spagnolo.

Mikel Arteta, Arsenal

"Se rimarrà, sarò l'uomo più felice del mondo - ha detto Guardiola dopo la vittoria per 1-0 sul Southampton di domenica - Ma se deciderà di andar via perché ha in mano quest'offerta, non sarò certo io a dirgli 'no, non puoi'. Io voglio sempre il meglio per i miei amici, e lui lo è. Se deciderà di andar via ciò mi rattristerà, ma capirò la sua scelta. Si tratta della sua carriera, della sua vita, della sua famiglia".

Con Arteta in pole position, scendono di parecchio le quotazioni di altri candidati alla successione di Wenger. Come Massimiliano Allegri, in realtà mai troppo lontano dalla permanenza sulla panchina della Juventus.

Accostato all'Arsenal era anche Carlo Ancelotti, che non allenerà nemmeno la Nazionale, ma anche il nome del tecnico emiliano è meno caldo di un tempo. Così come quelli di Luis Enrique o di Unai Emery, appena liberatosi dal PSG. Il favorito, nonostante il curriculum non sia lo stesso, è ora un altro spagnolo.

Chiudi