Suso lancia il suo Milan: "Higuain è quello che ci mancava"

Commenti()
Getty
L’attaccante del Milan, Suso, dal ritiro della Nazionale spagnola spiega: “Possiamo tornare grandi, Gattuso sa cosa possiamo dare”.

Quello che si è presentato ai nastri di partenza della nuova stagione, è un Milan con rinnovate ambizioni. Il club rossonero infatti, ha rafforzato la rosa della sua squadra con elementi del calibro di Higuain, Caldara, Bakayoko, Laxalt e Castillejo e punta quindi a fare bene in Italia, ma anche in Europa.

Tra gli uomini di maggior talento nel gruppo messo a disposizione di Rino Gattuso, c’è certamente Suso. L’attaccante iberico, dopo le annate della definitiva consacrazione, punta ora a togliersi importanti soddisfazioni con i meneghini.

L'articolo prosegue qui sotto

Suso, parlando ad AS dal ritiro della Nazionale spagnola, ha spiegato: “E’ da quando sono arrivato a Milano che sento l’affetto sia della gente che del club. Mi sento molto a mio agio, ma ora l’importante è fare bene come squadra per metterci alle spalle alcune annate non positive”.

Suso è convito che il Milan possa presto tornare grande: “Penso di si, quest’anno c’è questa possibilità. Abbiamo preso un grande attaccante come Higuain, lui ha esperienza ed è quello che ci mancava. L’allenatore sa cosa possiamo dare, ci conosce, quindi penso che questo possa essere l’anno perfetto per far bene”.

L’attaccante dei Milan pensa di poter dire la sua in una Nazionale spagnola che ha appena aperto un nuovo ciclo: “E’ importante essere subito inserito nella lista dei convocati da un nuovo commissario tecnico. Sapevo di avere delle chance, nonostante avessi giocato una sola partita contro il Napoli. Sono stato chiamato ed è questo ciò che conta. Io penalizzato dal fatto di giocare in Italia? Luis Enrique conosce benissimo l’Italia e sa cosa vuol dire giocare lontano da casa”.

Chiudi