Stramaccioni e la richiesta a Bruno Fernandes: "Volevo che si sposasse"

Commenti()
Bruno Fernandes Manchester United 2019-20
Getty
L'ex tecnico dell'Udinese rivela la 'strana' richiesta fatta alla star portoghese: "Gli dissi di sposare la sua ragazza, alla fine mi chiamò".

Le carriere di Andrea Stramaccioni e Bruno Fernandes si sono incrociate una sola volta, nella stagione 2014/2015 quando entrambi erano sotto contratto con l'Udinese, il primo nella veste di allenatore.

In quell'annata, non particolarmente positiva né per l'uno né per l'altro, Stramaccioni ebbe un ruolo importante per la crescita dell'attuale star portoghese: lo convinse infatti a sposarsi, e forse proprio questo dettaglio ha poi inciso nella maturazione di uno dei giocatori più in voga del momento.

Intervistato da 'Sky Sports', 'Strama' ha rivelato il pressing fatto sull'ex Sporting Lisbona per indurlo a compiere il grande passo.

"Volevo tanto che si sposasse. 'Tu ami questa ragazza e devi sposarla', e quando l'ha sposata mi ha chiamato per dirmi: 'Mister, l'ho fatto'. Era divertente, un modo per scherzare con lui".

L'esplosione ad altissimi livelli di Bruno Fernandes ha sorpreso Stramaccioni che non si aspettava una scalata del genere, quantomeno in tempi brevi.

"Bruno era uno dei migliori talenti dell'Udinese. Giocava ma non riusciva ad affermarsi. Stava imparando molto ma era anche parecchio timido. E' una brava persona e un gran lavoratore, ha sempre avuto un approccio positivo che lo ha fatto apprezzare dai compagni. Non mi aspettavo un impatto così rapido al Manchester United, ma è stato intelligente a guadagnarsi la leadership. Ha una mentalità forte, faceva sempre qualche allenamento extra ogni settimana".

Dopo l'esperienza in Iran, Stramaccioni è alla ricerca di una nuova avventura che possa regalargli grandi stimoli.

"In Italia la mia priorità è la Serie A, ma sto aspettando la situazione giusta. Forse potrei allenare in Inghilterra: quattro o cinque anni fa fui vicino allo Sheffield, due anni fa ero vicino all'Aston Villa e al Watford, che ha lo stesso proprietario dell'Udinese. Per me la Premier League e la Championship sono i migliori campionati del mondo. La Championship non è una seconda divisione ma una prima divisione diversa. Apprezzo il calcio inglese".

Chiudi