Squalifica alle spalle: Joao Pedro in goal al terzo pallone toccato

Commenti()
Getty Images
Joao Pedro ha festeggiato nel migliore dei modi il ritorno dopo la squalifica per doping: titolare contro il Milan, ha battuto Donnarumma dopo 4’.

Il 2018 non è stato un anno propriamente indimenticabile per Joao Pedro . Sospeso lo scorso 9 marzo e poi squalificato il successivo 16 maggio per non aver superato i test antidoping dopo le partite giocate a febbraio contro Sassuolo e Chievo, è stato costretto negli ultimi mesi a vivere le partite del Cagliari come un semplice spettatore.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Dall’11 marzo ad oggi infatti, ha giocato un solo scampo di partita contro la Fiorentina lo scorso 13 maggio, prima di tornare ai box a causa dello stop di sei mesi impostogli per la sua positività all’ idroclorotiazide .

Messa alle spalle la classifica, Joao Pedro è stato subito gettato nella mischia da Rolando Maran in occasione della sfida di campionato con il Milan ed ha impiegato pochissimi minuti a ripagare la fiducia ricevuta.

Il brasiliano infatti, al 4’ del match della Sardegna Arena con i rossoneri, ha realizzato la rete del vantaggio del Cagliari , ribadendo alle spalle di Donnarumma un pallone precedentemente respinto dal palo su conclusione di Pavoletti .

L'articolo prosegue qui sotto

Joao Pedro quindi, in un solo colpo si è messo alle spalle il periodo più complicato della carriera ed ha trovato quel goal che gli mancava dal dicembre 2013 quando segnò in occasione di un Bologna-Cagliari .

La cosa più incredibile è che Joao Pedro ha dovuto toccare appena tre palloni, prima di tornare ad esultare dopo la squalifica.

Prossimo articolo:
Classifica assist Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Bundesliga, risultati e classifica 18ª giornata - Goretzka fa volare il Bayern, Gladbach ok
Prossimo articolo:
Roma-Torino, le pagelle: El Shaarawy entra e incide, muro Nkoulou
Prossimo articolo:
DIRETTA: Inter-Sassuolo LIVE - probabili formazioni
Prossimo articolo:
Udinese-Parma, le formazioni ufficiali: Okaka e Biabiany dal 1'
Chiudi