Spezia, bestemmia in panchina: Di Carlo squalificato per un turno

Commenti()
Getty Images
Il Giudice Sportivo ha inflitto un turno di squalifica all'allenatore dello Spezia Mimmo Di Carlo per aver bestemmiato in panchina dopo una decisione arbitrale sfavorevole.

Lo Spezia dovrà affrontare la prossima gara casalinga contro il Frosinone nel campionato di Serie B senza il suo allenatore in panchina. Mimmo Di Carlo è stato infatti squalificato per una giornata dal Giudice Sportivo dopo essere stato allontanato nel corso della ripresa dall'arbitro nella precedente sfida contro la Virtus Entella.

Sìngolare è però il motivo della squalifica, ovvero, come spiega lo stesso Giudice Sportivo nel suo comunicato, "per avere, al 24° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale proferendo un'espressione blasfema; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale".

Serie B, 16ª giornata

E' dunque confermata la tolleranza zero verso chi bestemmia in campo. La Guida Pratica dell’AIA, l'Associazione italiana arbitri, in riferimento alla Regola 12, 'Falli e comportamento antisportivo', specifica infatti al punto 52 che "debba essere punita con l’espulsione o l’allontanamento ogni condotta che comporti offesa, denigrazione o insulto per qualsiasi motivo (colore, religione, sesso, nazionalità, origine territoriale o etnica, …) o configuri propaganda ideologica vietata dalla legge o comunque inneggiante a comportamenti discriminatori".

"L’uso di un linguaggio o di gestualità osceni, volgari irrispettosi, come pure di espressioni blasfeme - precisa sempre la guida - deve essere considerato rientrare in detta previsione normativa. Al verificarsi di tali infrazioni, constatate direttamente o su segnalazione di un altro ufficiale di gara, l’arbitro deve espellere (se calciatore) o allontanare dal recinto di gioco il responsabile".

Di Carlo non potrà così guidare lo Spezia contro il Frosinone e dovrà seguire la gara dalla tribuna.

 

Chiudi