Sparta Praga, Rosicky annuncia il ritiro dal calcio professionistico

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty Images
Tomas Rosicky si ritira ufficialmente dal calcio professionistico: "Non mi sento più pronto fisicamente come questo mestiere richiede".

La leggenda ceca, Tomas Rosicky, ha annunciato in conferenza stampa il suo ritiro dal calcio professionistico all'età di 37 anni

"Dopo un attenta riflessione, - ha detto Rosicky - mi sono reso conto che non sono più in grado di preparare fisicamente il mio corpo come il calcio professionistico richiede".

"Vorrei ringraziare lo Sparta - ha proseguito - per avermi fatto crescere, per essere stato il primo passo nella mia carriera nei grandi club, e per avermi permesso di dire addio alla cosa che amo di più".

Rosicky, in grado di giostrare sia da trequartista che da centrocampista offensivo, era entrato nello Sparta Praga nel lontano 1988 dopo gli esordi con il ČKD Kompresory Praga, e fra il 1998 e il 2001 divenne un elemento fondamentale della Prima squadra e vinse 3 campionati cechi.

Nel 2001 passò al Borussia Dortmund, vincendo subito la Bundesliga. Nel 2006 saluta i gialloneri dopo 189 presenze e 24 goal e si trasferisce in Premier League con l'Arsenal, scrivendo una nuova pagina della sua storia. Nei suoi 10 anni con i Gunners vince 2 FA Cup e una Community Shield, e colleziona 247 presenze e 28 goal in tutte le competizioni con i londinesi, prima di far ritorno in patria allo Sparta Praga.

I diversi problemi fisici lo hanno portato alla decisione del ritiro, dopo appena 11 presenze e 1 goal in 2 anni. È stato anche un pilastro della Nazionale ceca, con cui ha esordito nel 2000 e ha totalizzato 105 presenze e 23 goal. Per 3 volte è stato nominato in carriera 'Giocatore ceco dell'anno'.

Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Inter-Udinese, i convocati: Vecino ancora out, c'è Nainggolan
Prossimo articolo:
Inter, Spalletti: "Mirino puntato su di me, sono sempre in discussione"
Prossimo articolo:
Torino-Juventus: diretta streaming gratis
Prossimo articolo:
FIFA 19, i migliori giovani per la modalità carriera
Chiudi