Spalletti vs Juventus, precedenti horror: una vittoria in 22 gare

Commenti
Dopo Sarri, anche Spalletti prova a cambiare la propria storia personale: contro la Juventus ben diciasette sconfitte su ventidue incontri.

Le statistiche sono fatte per essere limate, migliorate o peggiorate. Non possono rimanere stabili, pronte a modificarsi nel corso del tempo. Lo sa Maurizio Sarri, che ha sistemato in positivo il suo score contro la Juventus nella gara più importante della sua vita. Lo sa Luciano Spalletti, desideroso di seguire le orme del collega azzurro.

Lo sanno anche i sassi, non solo i tifosi di Inter, Juventus e Napoli, diretta interessata allo scontro: a San Siro sabato si gioca il Derby d'Italia, in cui i nerazzurri proveranno a ottenere preziosi punti Champions e mettere i bastoni tra le ruote dello Scudetto bianconero.

L'Inter non è in un momento fenomenale a livello di gioco, ma ha comunque ottenuto due vittorie nelle ultime gare, così da rimanere aggrappato alla speranza Champions: per non perdere il treno però Spalletti deve cambiare la storia. La sua storia.

A livello di sfide contro la Juventus, infatti, Spalletti ha uno score decisamente impietoso: appena una vittoria in ventidue gare giocate contro i bianconeri. Lo scorso maggio l'unico successo, il 3-1 all'Olimpico che non fece comunque male ai bianconeri in vista del sesto Scudetto consecutivo.

Sono vent'anni che Spalletti sfida la Juventus: dall'Empoli all'Udinese, passando per Roma e Inter, il tecnico di Certaldo ha sempre avuto poca fortuna, rimediando ben 17 sconfitte e quattro pareggi, ultimo dei quali nella gara d'andata dell'attuale campionato.

L'articolo prosegue qui sotto

Per far capire ancor più lo sbilanciamento del match Spalletti-Juventus o Juventus-Spalletti che dir si voglia, basti pensare che l'ex Zenit San Pietroburgo (unica squadra con cui non ha mai sfidato Madama) ha ottenuto 7 punti su 66 disponibili.

Rispetto a Sarri, anch'esso decisamente in tendenza negativa nelle gare contro la Juventus, Spalletti non si giocherà la gara della vita, ma comunque una essenziale, anche in vista dello scontro diretto con la Lazio dell'ultima giornata.

Corsi e ricorsi storici, lo Scudetto passa dalla mano esperta, che può cambiare la storia del 2017/2018 e di vent'anni deludenti.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Serie A 2018/19: le partite trasmesse da DAZN, palinsesto, date e orari
Prossimo articolo:
Buffon su Mbappé: “È un fenomeno, può diventare il migliore”
Prossimo articolo:
Aereo non di lusso: Aubameyang lascia il ritiro del Gabon
Prossimo articolo:
Serie C: risultati e classifiche dei tre gironi
Chiudi