Spalletti non usa giri di parole: "Abbiamo messo in imbarazzo il mondo Inter"

Commenti()
Getty
Il tecnico dell'Inter ha parlato alla vigilia della gara contro il Torino: "Nainggolan titolare? Vedremo domani, bisogna stare attenti".

Il campionato è appena iniziato, ma l'Inter è già costretta a vincere. Sconfitta di misura nel primo turno contro il Sassuolo, la formazione di Luciano Spalletti ospita a San Siro il Torino, reduce dalla sconfitta nel finale contro la Roma di Eusebio Di Francesco.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'Inter recupera Nainggolan, che si siederà in panchina, così come Skriniar, che partirà titolare dopo l'assenza contro il Sassuolo. Rispetto alla gara contro i neroverdi fuori anche il deludente Dalbert, mentre potrebbe partire titolare Gagliardini in caso di 4-3-3 da parte di Spalletti.

"Noi siamo ancora convinti di aver fatto scelte giuste nella gara contro il Sassuolo, ma qualcosa non è andato bene" le parole di Spalletti in conferenza stampa. "Dobbiamo confrontare e mettere mano sulle cose che non sono andate per il verso giusto nella prima giornata. Anti-Juve? Prima devo essere l'anti-Roma e l'anti-Napoli, ma siamo una squadra forte che ha l'obbligo di giocare un grande campionato".

Dopo le polemiche settimanali, Nainggolan, non ancora al meglio, sarà convocato. Difficilmente però l'ex centrocampista della Roma sarà schierato come titolare: "E' convocato, ma dobbiamo stare attenti. Vedremo domani prima o durante la gara se schierarlo, c'è la supervisione dello staff medico".

Tornando nuovamente alla gara persa contro il Sassuolo, Spalletti non usa giri di parole: "Abbiamo messo in imbarazzo il mondo interista. Contro il Torino ci è mancato un po' di collaudato e le certezze che avevamo conosciuto e superato durante lo scorso campionato. Il nuovo deve partire dalle certezze e vincere in ogni modo".

Ora spazio alla sfida contro il Torino: "Loro giocano con il coltello tra i denti, noi dobbiamo essere bravi ad avere una reazione corretta. Dobbiamo portarci dentro la personalità per cercare la vittoria nel pulito e nello sporco. Non dobbiamo mai rinunciare a fare goal e vincere". Parola al campo.

Chiudi