Southampton in mani cinesi: maggioranza a Gao Jisheng

Commenti()
Getty
Il Southampton annuncia l'entrata in società di un magnate cinese, che ha acquistato l'80% delle quote: "Si apre un nuovo ed emozionante capitolo".

La Cina è sempre più vicina. All'Italia, ma anche all'Inghilterra. Dopo il West Bromwich Albion, un secondo club di Premier League passa in mani cinesi: il Southampton, la cui maggioranza è stata acquistata dal magnate Gao Jisheng.

Ad annunciarlo ufficialmente è stata l'ormai ex azionista di maggioranza dei Saints, Katharina Liebherr, che rimarrà comunque in società con una quota di minoranza: "Sono emozionata al pensiero di quello che potremo raggiungere insieme. Oggi è l'inizio di un nuovo ed emozionante capitolo per il nostro club".

"Abbiamo passione e motivazione", sono invece le prime parole di Gao, proprietario della Lander Sports Development, che entrerà in società assieme alla figlia Nelly. Il magnate si ripropone di rafforzare "gli eccellenti progressi compiuti dal Southampton negli ultimi anni".

Il via libera della Premier League era arrivato a giugno. Gao ha acquistato l'80% delle quote del club, in un'operazione, come rivelano vari media inglesi, da 200 milioni di sterline (quasi 220 milioni di euro).

Il Southampton diventa così il secondo club di Premier League con maggioranza cinese dopo il WBA (Pechino è proprietaria del 13% di City football group, il gruppo che controlla tra le altre il Manchester City). Nelle serie inferiori inglesi invece, la lista comprende Aston Villa, Birmingham City, Wolverhampton e Northampton.

Chiudi