Notizie Livescore
Calciomercato

Sirigu a caccia di continuità: rimane in Liga, ufficiale la cessione all'Osasuna

18:49 CET 31/01/17
Salvatore Sirigu 06242016
Niente Cagliari o Fiorentina per Sirigu, che dopo aver lasciato il PSG cerca il rilancio: giocherà fino a giugno con l'Osasuna.

Si era parlato a lungo di Fiorentina, prima che i viola puntassero su Sportiello. I tifosi sardi già vedevano il figliol prodigo nuorese nuovamente nell'isola, ma alla fine le ottime prestazioni di Rafael hanno convinto il Cagliari. Così Salvatore Sirigu continuerà il proprio percorso in Spagna, all'Osasuna.

UFFICIALE - Sainsbury si trasferisce all'Inter

Costretto a lasciare il PSG dopo la promozione di Trapp a portiere titolare, la scorsa estate Sirigu era stato ceduto al Siviglia, sempre come secondo portiere: appena tre le gare giocate dall'estremo difensore della Nazionale, che ha deciso di provare a rilanciarsi con la maglia dell'Osasuna.

Non proprio un grande passo avanti per Sirigu, abituato a giocare in Champions League, a vincere trofei da titolare: l'Osasuna si trova al penultimo posto nella Liga, a ben otto punti dal terzultimo posto che vale la salvezza. La squadra di Vasiljevic non ha un titolarissimo tra i pali, che da qui in avanti potrebbe essere proprio l'estremo difensore sardo.

Di certo solo una piccola parentesi per lui, in attesa di ripartire nel grande calcio, possibilmente da titolare, dalla prossima annata: classe 1987, Sirigu ha appena compiuto trent'anni e non ha nessuna intenzione di uscire dal giro della Nazionale azzurra, per la quale, fino ai Mondiali, combatterrà alla pari di Perin dietro ai sicuri Buffon e Donnarumma.

Con l'Osasuna Sirigu giocherà nella sua sesta squadra in carriera: dopo aver militato nelle giovanili nella natia Nuoro e in quel di Venezia, l'estremo difensore sardo ha disputato due stagioni con le maglie di Ancona e Cremonese, prima di esordire in Serie A col Palermo.

Da qui la grande opporunità del PSG, la Nazionale ed ogni trofeo possibile vinto in Francia. Siviglia e Osasuna tappe intermedie, in attesa di tornare protagonista a grandi livelli.