Notizie Risultati Live
Virali

Singolare protesta a Wolfsburg: pannolini sporchi al campo d'allenamento

13:36 CEST 08/05/18
wolfsburg fc.jpg
Il Wolfsburg rischia seriamente la retrocessione: i tifosi hanno appeso una busta di pannolini e degli striscioni al centro sportivo.

Una protesta singolare, che probabilmente non si era mai vista nel mondo del calcio. Tra sfottò e rabbia, tra manichini, striscioni intimidatori e lancio di oggetti, a Wolfsburg va in scena un nuovo capitolo relativo alla delusione dei tifosi: pannolini sporchi appesi fuori dal campo d'allenamento dei biancoverdi.

Dopo gli anni ruggenti di Perisic, De Bruyne e Dzeko, il Wolfsburg rischia seriamente la retrocessione nella seconda serie tedesca, dove di fatto non milita dal 1997: terzultimo ad una giornata dalla fine, il club della Volkswagen potrebbe scendere direttamente oppure giocarsi i playout contro la terza della Zweite Bundesliga.

Per questo motivo gli ultras del Wolfsburg hanno appeso una busta piena di pannolini sporchi al campo d'allenamento: insieme ad essa uno striscione con su scritto 'Questo abbiamo ottenuto mettendoci più lavoro e passione', collegamento al motto stagionale 'lavoro, calcio e passione'.

Appeso inoltre uno striscione con su scritto 'm**** per 'm****'. Nell'ultima giornata di Bundesliga il Wolfsburg giocherà tra le mura di casa contro il già retrocesso Colonia, altra grossa delusione della stagione, fino a qualche mese fa in Europa League.

Vincendo il Wolfsburg giocherebbe i playout contro la terza della seconda serie, ovvero la sorpresa Holstein Kiel: con una sconfitta clamorosa e una vittoria dell'Amburgo, unica squadra mai retrocessa dalla Bundesliga, sarebbe la squadra bianco-nero-blu a giocarsi i playout.

Insomma, due gare da seguire con attenzione massima: anzi tre, considerando che anche il Friburgo rischia la retrocessione, seppur solamente passando dai playout. I bianconeri sono a +3 rispetto al Wolfsburg e a pari punti, in virtù della peggior differenza reti, sarebbero costretti a giocare la gara contro la terza della Zweite Bundesliga. Si fa la storia, tra proteste e possibili sorprese.