Shaw confessa: "Ho quasi perso la gamba, volevo smettere"

Commenti()
Getty
Il calciatore del Manchester racconta la sua brutta esperienza: "Dopo l'infortunio di Eindhoven potevo perdere la gamba, me lo hanno detto solo dopo".

Luke Shaw adesso si è messo alle spalle il momento negativo, è tornato a giocare con regolarità al Manchester United, ponendosi nuovi obiettiv. Ma in passato non è stato certo facile per lui, come ormai sappiamo bene.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Queste le parole di Luke Shaw, ricordando il brutto infortunio: "Mentirei se dicessi che a volte non pensavo di smettere di giocare a a calcio in quel periodo, ma avevo molti buoni amici e parenti attorno a me, mi hanno aiutato a continuare.

Ho quasi perso la gamba, ero davvero molto vicino a perderla e non l'ho mai saputo fino a sei mesi dopo, quando il medico mi ha informato. Ho due grosse cicatrici sulla gamba, ma adesso risponde meglio di prima, la sento forte e non ho problemi".

Infine Shaw assicura: "Voglio giocare a calcio, voglio giocare nei più grandi campi del mondo, vincere trofei. Questa è la mia motivazione e, come ho detto, voglio essere conosciuto come uno dei migliori terzini del mondo. Solo questo mi ha spinto a non mollare mai".

Chiudi