Serie B, scossone in arrivo: in settimana nuova pronuncia del CONI sui ripescaggi

Commenti()
Getty Images
Sembra non finire più la querelle legata al tema ripescaggi in Serie B: in settimana il CONI sarà chiamato a valutare nuovamente le istanze dei club.

Ancora un dietrofront, ancora un colpo di scena. Serie B e Serie C non trovano pace e i due campionati, già iniziati, non conoscono ancora la loro composizione definitiva.

Il verdetto del Collegio di Garanzia del CONI e il successivo rinvio della sentenza attesa dal Tribunale Federale sembravano aver scritto la parola fine all’ennesima surreale estate del calcio italiano.

È arrivata invece la pronuncia del TAR del Lazio a cambiare nuovamente le carte in tavola accogliendo l’istanza di Ternana e Pro Vercelli che avevano contestato la decisione del CONI di dichiarare inammissibile il ricorso presentato dai cinque club.

E adesso il colpo di scena è dietro l’angolo. La Lega Pro ha rinviato le gare della prima giornata di Serie C di Catania, Novara, Pro Vercelli, Siena e Ternana, proprio per evitare di compromttere il campionato qualora alcune di loro fossero davvero ripescate in Serie B.

Nel frattempo, giusto per aggiungere un po’ di pepe alla vicenda, la Viterbese Castrense si era ribellata per ragioni logistiche alla decisione di essere inserita nel Girone C del campionato di Serie C. Il club laziale, che domani avrebbe dovuto sfidare in casa la Sicula Leonzio, ha ottenuto il rinvio della gara proprio perché la Lega Pro ha riconosciuto la possibilità di accogliere la richiesta di cambio del girone nel caso in cui i ripescaggi portassero a un cambiamento dei format dei campionati.

E le tempistiche? A rispondere a questa domanda è stato Franco Frattini che, attraverso Twitter, ha fatto sapere che in settimana il Collegio di Garanzia del CONI sarà chiamato, con una nuova composizione, a giudicare nuovamente l’istanza dei ripescaggi.

"Le parti in causa riceveranno oggi richiesta di rinuncia a tutti i termini affinché io possa convocare il Collegio già in settimana per una decisione sulla serie B a seguito del decreto Tar Lazio", ha aggiunto Frattini lasciando intendere che la nuova decisione - probabilmente definitiva - arriverà proprio tra qualche giorno.


La Serie B a 24 appare una soluzione sempre più plausibile, al fine di evitare ulteriori ricorsi e controricorsi poiché, qualora la scelta cadesse sulla Serie B a 22, resterebbe sempre da sciogliere il nodo sul trio delle ripescate (Siena, Ternana e Pro Vercelli o Catania, Novara e Siena).

Nei prossimi giorni sono attese ulteriori novità, intanto il campionato di Serie B va avanti come se nulla fosse, ma pronto a subire un clamoroso scossone.

 

Prossimo articolo:
Roma-Torino, le formazioni ufficiali: Dzeko dal 1', c'è Karsdorp
Prossimo articolo:
Calendario Primavera 2018/2019
Prossimo articolo:
Campionato Primavera 2018/2019: risultati e classifica
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Sampdoria, Defrel resta
Prossimo articolo:
Cagliari-Empoli: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Chiudi