Scudetto, Allegri non molla: "L'obiettivo è arrivare a marzo attaccati alle prime"

Commenti
Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, guarda al futuro con ottimismo e punge Dybala: "Prima spaccava la porta, ora pensa troppo".

La Juventus tiene il passo di Napoli e Inter . Per Massimiliano Allegri è questa la notizia più positiva dopo il confronto dell'Allianz Stadium contro il Crotone , che ha visto i bianconeri prevalere per 3-0.

"Stasera era importante vincere per restare attaccati , - ha dichiarato il tecnico nel post gara ai microfoni di 'Sky Sport' - perchè davanti stanno correndo . Volevo anche solidità e non prendere goal, perchè quando non prendi goal acquisti fiducia. Nel calcio non si sa mai, puoi giocare a 4 e prendi goal e giochi a 3 e non ne prendi". 

La nota dolente arriva invece da Dybala , che ancora una volta non è riuscito a ritrovare il goal: "Ogni anno che passa è sempre più difficile, - ha commentato il tecnico livornese - anche perché gli avversari imparano a conoscerti meglio. Poi ci sono anche i periodi meno brillanti: in questo periodo bisogna fare cose più semplici. Lui è invece un periodo che quando ha la palla forse pensa troppo, mentre prima spaccava la porta ".

"Paulo stia sereno, - gli ha consigliato Allegri -  perché è un giocatore straordinario in grado di cambiare le partite. Sono momenti che capitano a un ragazzo di 24 anni, ma poi passano ".

Nota di merito invece per Mattia De Sciglio , autore contro i Pitagorici del suo primo goal in carriera fra i professionisti: "Non gli ho detto nulla. - ha rivelato l'allenatore bianconero - Mattia è un giocatore che si è perso per qualche anno, ma deve credere nelle sue qualità non tanto tecniche ma caratteriali. Deve tirare fuori quello che ha dentro. Ha giocato bene anche Lichtsteiner, che si è dato da fare".

I bianconeri mantengono a 4 punti il proprio distacco dalla vetta in campionato, e guardano con fiducia al futuro: "Adesso ci sono cinque partite, di cui 4 molto importanti. - ha ricordato Allegri - Il match di Champions contro l'Olympiacos e i prossimi di campionato, per restare attaccati al treno delle prime".

"Oggi - ha sottolineato - c'erano anche tanti acciaccati: bisogna ritrovare la condizione di giocatori come Pjanic, Khedira, Alex Sandro e Dybala. Alzando il ritmo degli allenamenti speriamo di poter migliorare le cose".

Ora tutti i pensieri si proiettano sul confronto con il Napoli di Sarri. "Dovremo essere bravi soprattutto nella fase di palleggio, lì dobbiamo migliorare parecchio. - ha affermato Allegri - Le grandi sfide si decidono sugli episodi, servirà grande attenzione ed essere bravi a sfruttare le occasioni".

"Contro il Napoli - ha proseguito - sono sempre partite bloccate, poi magari venerdì non succederà. L’obiettivo nostro è quello di arrivare a marzo attaccati alle prime, perché Inter e Roma anche fin qui sono state straordinarie. Se continua così la quota Scudetto sarà a 96-97 punti”.

"Al San Paolo si affronteranno due squadre che lottano per il campionato, - ha detto l'allenatore della Juventus - ma è ancora lunga la stagione: noi finora abbiamo fatto ottime cose, loro straordinarie, ma non sono i pochi punti di distacco che ci sono ora a fare la differenza. La differenza la faranno i punti di distacco a maggio, non mi interessa essere primo adesso".

Dal punto di vista della formazione, si punta a recuperare Chiellini. " Vediamo se Giorgio recupera, devo ancora decidere. - ha spiegato il tecnico livornese - Deciderò sicuramente giovedì". 

Prossimo articolo:
Brasile-Argentina 1-0: Miranda nel finale, Superclasico alla Selecao
Prossimo articolo:
Juventus-Genoa: la Curva Sud riapre, ma solamente ai bambini
Prossimo articolo:
Serie C: risultati e classifiche dei tre gironi
Prossimo articolo:
Nations League: calendario, risultati, classifiche e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Nations League, 4ª giornata - Super Armenia, Macedonia ko
Chiudi