Scontri Inter-Napoli, morto il tifoso investito: è Daniele Belardinelli, aveva 35 anni

Commenti()
Il tifoso nerazzurro vittima di un investimento prima di Inter-Napoli non ce l'ha fatta. Era stato ricoverato in gravi condizioni al San Carlo.

A poche ore dalle polemiche dei 90 minuti di Inter-Napoli, una terribile notizia fa passare quanto accaduto in secondo piano: il tifoso nerazzurro vittima ieri sera di un investimento non ce l'ha fatta ed è morto all'Ospedale San Carlo di Milano.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Daniele Belardinelli, 35 anni, era stato ricoverato in codice rosso a causa dell'impatto con un suv. I medici, date le sue gravi condizioni, non sono riusciti a salvargli la vita.

Il Questore di Milano, Marcello Cardona, ha confermato in conferenza stampa la dinamica dell'incidente.

"Il tifoso morto si chiamava Daniele Belardinelli, aveva 35 anni ed era già stato daspato, anche se ieri il Daspo non era in corso. Non sappiamo chi ci fosse all'interno del mezzo. I sostenitori del Napoli sono poi scesi segnalando ai rivali la sua presenza a terra".

Si tratta del tristissimo epilogo degli incidenti avvenuti ieri sera prima dell'inizio della partita: come detto un gruppo di tifosi dell'Inter e uno di sostenitori del Napoli si sono affrontati con bastoni, catene, mazze e coltelli, dando vita a scene di autentica guerriglia urbana in via Sant'Elena.

Secondo quanto riportato dall'Ansa nelle scorse ore si è provveduto al rintracciamento ed all'arresto di una terza persona (altre due sono state già fermate nella tarda notte di mercoledì), accusata di rissa aggravata e lesioni.

La morte del tifoso dell'Inter è il fatto più grave di una serata di sangue: quattro persone sono state accoltellate e una di queste, un sostenitore di 43 anni, è stata trasportata all'Ospedale Sacco con una ferita all'addome.

Chiudi