Notizie Risultati
Champions League

Scontri a Siviglia: il tifoso della Juventus ferito è fuori pericolo

00:27 CET 23/11/16
Incidentes between Sevilla and Juventus fans
Non è in pericolo di morte il tifoso belga della Juventus accoltellato a Siviglia. Intanto la tifoseria organizzata andalusa condanna l'episodio: "Quella gente non ci rappresenta".

Tutto si può dire tranne che la sfida di Champions League tra Siviglia e Juventus sia iniziata nel migliore dei modi. Quelle che dovevano essere semplicemente delle giornate all’insegna dello sport, si sono infatti trasformate in ore di angoscia per un tifoso bianconero e la sua famiglia.

Siviglia-Juventus, scontro tra ultrà: un bianconero ferito

Come noto, alcuni supporter della Vecchia Signora presenti a Siviglia per seguire la propria squadra del cuore, sono stati vittime ieri sera di un’imboscata da parte di sostenitori della squadra di casa che ha portato a duri scontri e al ferimento di un tifoso belga dei bianconeri.

Per fortuna, però, il venticinquenne sostenitore arrivato a Siviglia per seguire da vicino Buffon e compagni sta meglio: trasportato immediatamente all'ospedale Virgen del Rocio in condizioni gravi, ora è fuori pericolo.

La Federación de Peñas Sevillistas , ovvero il gruppo che rappresenta i tifosi del Siviglia, attraverso il proprio sito internet ha intanto condannato con fermezza quanto accaduto: “ Secondo le informazioni raccolte dai media ci sarebbero stati degli scontri tra presunti tifosi del Siviglia e appassionati italiani, in merito a tali notizie, la Federación de Peñas Sevillistas ribadisce ancora una volta la sua ferma condanna ad ogni episodio di violenza ”.

La tifoseria del Siviglia ha preso le distanze dal gruppo che ha scatenato gli scontri: “ Vogliamo ribadire che un gruppo di 30/40 individui non rappresentano una tifoseria con la quale spesso si sono congratulati i sindaci di varie città europee oltre che le autorità sportive, mettendo in evidenza il suo comportamento impeccabile in strada e negli stadi ”.

Il messaggio è chiaro: “Atti di violenza come questi offendono una tifoseria, una bandiera ed un simbolo. Incoraggiamo i tifosi del Siviglia per bene a mostrare la loro repulsione nei confronti della violenza”.

A spiegare intanto quale è stata la dinamica dei fatti, ci ha pensato Felisa Panadero, Sottodelegata del Governo a Siviglia: “Dieci o dodici tifosi della Juventus stavano cenando in tutta tranquillità quando un gruppo composto da quaranta o cinquanta persone ha fatto irruzione nel locale gridando ‘Siviglia hooligan’ e ‘Biris Norte’. Queste persone erano incappucciate e con il volto coperto e hanno iniziato a scaraventare di tutto aggredendo i tifosi italiani. Attualmente siamo al lavoro per arrestare le persone coinvolte”.

Il presidente del Siviglia, José Castro, ha così commentato l’accaduto: “Non meritiamo che individui come questi danneggino una festa dello sport che questa sera vedrà allo stadio 40mila>