Sarri e Giampaolo accostati alla Fiorentina, Saponara: "Sono due maestri"

Commenti()
Getty
Riccardo Saponara ha commentato le voci che vorrebbero Sarri e Giampaolo in orbita Fiorentina: "Ho un ottimo ricordo e potrei trasmetterlo a tutti".

Quello che sta vivendo la Fiorentina non può certo considerarsi un momento esaltante. La compagine viola, nelle ultime uscite, è spesso incappata in amnesie che le sono costate l’eliminazione dall’Europa League e diversi punti in campionato.

Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A

Tra le poche note liete delle ultime settimane Riccardo Saponara che, al suo debutto da titolare, ha segnato contro il Torino il suo primo goal in maglia gigliata.

Il fantasista prelevato dall’Empoli nel corso della sessione invernale di calciomercato, parlando ai microfoni di Radio Bruno Toscana, ha spiegato: “Non pensavo di trovare il goal così velocemente, ho provato una gioia immensa. Per me era già una grande soddisfazione essere titolare, ma la rete mi ha aiutato a rompere i ghiaccio”.

La Fiorentina sta attraversando la fase più complicata degli ultimi anni: “Lo spogliatoio è molto unito, tutti vogliamo uscire da questa situazione. Stiamo lavorando nel modo giusto e abbiamo fiducia nel nostro allenatore, lui può aiutarci a venirne fuori”.

Da settimane, al club viola sono accostati i nomi di Sarri e Giampaolo, due tecnici che hanno saputo sfruttare al meglio le qualità di Saponara: “Uno dei due alla Fiorentina? Si tratta di due tecnici che mi hanno insegnato molto, ho un ottimo ricordo di loro e potrei trasmetterlo a tutto l’ambiente, in ogni caso ci sarebbero solo aspetti positivi. Parliamo di due maestri che hanno grandi qualità umane, anche con Sousa sto però imparando cose nuove, è il primo ad avermi dato così tanta libertà di movimento”.

Saponara, nel corso della sua carriera, non è riuscito a sfruttare la grande occasione che ha avuto al Milan: “All’epoca non ero ancora maturo, dovevo crescere molto. Ho imparato tanto e credo che ognuno debba fare il suo percorso. Non ho sfruttato l’occasione ma non si deve parlare di limiti caratteriali, oggi potrei fare meglio”.

 

Chiudi