Salvini azzera il Milan: "Squadra imbarazzante, dov'è la società?"

Commenti()
Getty Images
Il leader della Lega Matteo Salvini dopo il derby perso dal Milan: "Ce l'avevo con Gattuso, ma forse non dipende dall'allenatore".

Un brutto Milan esce sconfitto dal derby contro l'Inter e il leader della Lega Matteo Salvini, da sempre tifosissimo rossonero, ha sparato a zero sulla squadra, tirando in ballo anche la società.

Rivedi il derby Milan-Inter on demand su DAZN

Intervenuto ai microfoni di 'Telelombardia', Salvini si è rivolto direttamente ai vertici del Diavolo con toni decisi:

"Quando abbiamo vinto l’ultimo Derby? Era l’età della pietà… Ricardo Rodriguez fa cader le ginocchia, Suso non va da tempo… Ma la società? Dov’è la società? Stasera mi porto a casa Leao di positivo, e infatti l’ha tolto. Va bene lo stadio e il business, ma quante campagne acquisti stiamo commentando in maniera negativa? È automatico che grandi calciatori diventino poi grandi dirigenti? Poi se la tua proprietà è un fondo sei solo un numero sul computer…".

L'ex vice premier ha poi analizzato alcune situazioni di gioco, che hanno palesato ancora evidenti limiti nella squadra di Giampaolo:

"Non sono mai uscito prima dallo stadio in un derby, stasera sono uscito al 41’ dopo la punizione di Biglia che ha preso la Curva Sud. In occasione del goal cosa ci facevano tutti in area? In queste cose non dovrebbe intervenire l’allenatore? Un applauso ai tifosi del Milan, da anni si salvano solo loro perché la squadra fa ridere".

Salvini si era reso protagonista di un prolungato botta e risposta con il precedente allenatore Gattuso:

"Ce l’avevo con Gattuso ma ora mi viene il dubbio che non dipenda dall’allenatore. Sicuramente non da me, qualcuno che è pagato per vincere e invece non vince c’è".

Chiudi