Rummenigge smorza le polemiche per l'addio di Ribery alla nazionale: "Tutto chiarito"

Commenti()
Getty Images
Rummenigge spegne le polemiche divampate intorno alla decisione di Ribery di lasciare la nazionale e le conseguenti minacce di sanzioni da parte di Platini.

Il presidente del consiglio di amministrazione del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rummenigge, smorza i toni delle polemiche sollevatesi riguardo la decisione dell'attaccante francese del club bavarese Franck Ribery di ritirarsi dagli impegni con la nazionale transalpina.

Il presidente dell'Uefa, Michel Platini, non ha preso bene la cosa, non convinto dalle motivazioni adotte da Ribery per dire addio alla nazionale francese (per dedicare più tempo alla famiglia, pare) e così ha minacciato sanzioni nei confronti del connazionale: si parla di tre turni di squalifica.

"Ribery non può decidere da solo se giocare con la Francia o meno - aveva commentato Platini - Se Deschamps lo convoca è obbligato a rispondere alla chiamata. Questo è imposto dal regolamento della Fifa". Rummenigge, comunque, fa sapere tramite la 'Bild' che non vi sarà alcun problema per il suo giocatore. "E' stato tutto chiarito - ha detto l'ex attaccante dell'Inter - Tutto è stato fatto in maniera regolare e conforme alle direttive FIFA. Lahm ha parlato con Löw del suo ritiro dalla Nazionale, così come Ribery ha fatto lo stesso con Deschamps".

CHE COSA ASPETTI? REGISTRATI ALL' UEFA FANTASY FOOTBALL DELLE QUALIFICAZIONI EUROPEE E A PREDICTOR!

Chiudi