Ronaldo via dal Real Madrid? Courtois: "Da noi nessuno parla di lui"

Commenti()
Alex Caparros
Il portiere del Real Madrid, Courtois, parla dell’addio di Cristiano Ronaldo: “E’ la stampa a parlare di lui, noi non lo facciamo nello spogliatoio”.

Quella che la scorsa estate ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus è stata certamente una delle trattative più clamorose di sempre. Il club bianconero, assicurandosi il campione lusitano, ha infatti aggiunto alla sua rosa uno dei migliori giocatori di sempre, oltre che un’autentica leggenda del Real Madrid.

Con DAZN segui in esclusiva tutta la Liga IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'articolo prosegue qui sotto

Ronaldo con la maglia dei Blancos ha vinto tutto ciò che si può desiderare battendo ogni tipo di record ed è normale quindi che, in un’annata sin qui avara di soddisfazioni per i campioni d’Europa, dopo ogni sconfitta a Madrid siano in molti a puntare il dito contro una società che ha lasciato partire la sua stella di prima grandezza.

Thibaut Courtois, parlando a Het Nieuwsblad, ha svelato come lo spogliatoio del Real convive con questa situazione.

“Non ne parliamo nello spogliatoio. E’ soprattutto la stampa che tira fuori spesso il suo nome. Magari ci sono state delle partite nelle quali abbiamo creato dieci occasioni senza sfruttarle e poi abbiamo perso, il tutto mentre Ronaldo segna nel frattempo una doppietta con la Juventus. E’ facile quindi che quando capitano cose di questo tipo c’è chi torna a parlare di lui”.

Il portiere del Real Madrid ha comunque ammesso che Cristiano Ronaldo, andando via, ha lasciato un vuoto.

“Se parte uno come Cristiano Ronaldo e non c’è nessuno che prende il suo posto, è normale aspettarsi un annata più complicata. Speri nei goal di Benzema e Bale, ti auguri che segnino di più ed in parte lo stanno lo facendo. Nelle ultime settimane comunque abbiamo fatto dei progressi. Abbiamo vinto il Mondiale per Club e siamo ancora in corsa in Champions League e in Coppa del Re. Forse questa è un’annata un po’ di transizione, ma a me non imposta se poi le prossime saranno migliori”.

Chiudi