Ronaldo salta la Nations League per la Juventus: niente Portogallo-Italia

Commenti()
Getty Images
Cristiano Ronaldo verso la decisione di saltare le prossime due gare col Portogallo, tra cui anche quella contro l'Italia: priorità alla Juventus.

Zero goal nelle prime due partite ufficiali: un bottino che quasi nessuno si sarebbe immaginato di vedere, forse nemmeno lo stesso Cristiano Ronaldo, ancora a secco di reti in quella che è la sua nuova avventura con la maglia della Juventus.

Segui Parma-Juventus in esclusiva in diretta streaming su DAZN

Il fuoriclasse portoghese è andato vicino, senza riuscirci, a timbrare il suo primo sigillo italiano nelle sfide contro Chievo e Lazio: nella prima è stato un super Sorrentino a fermarlo, nella seconda Strakosha e un clamoroso difetto di precisione non gli hanno consentito di esultare davanti ai suoi nuovi tifosi.

Una smania da goal che sembra aver indotto l'ex Real Madrid a prendere una decisione inaspettata, che farà sicuramente piacere al popolo bianconero: secondo quanto riportato da 'La Gazzetta dello Sport', Ronaldo non parteciperà alla sfida amichevole in programma tra il suo Portogallo e la Croazia e, soprattutto, il match valido per la Nations League che vedrà i campioni d'Europa in carica impegnati contro l'Italia.

Si tratterebbe di una scelta propria dell'attaccante e nulla c'entrano i due gialli di fila rimediati agli ultimi Mondiali: essendo la Nations League una competizione UEFA e non FIFA, avrebbe subìto una squalifica soltanto in casi eccezionali come la condotta violenta.

L'obiettivo di Ronaldo è quello di immedesimarsi a 360 gradi, da professionista serissimo, in questa sua nuova esperienza italiana, in modo da farsi trovare ulteriormente pronto in vista del rientro in campo dopo la sosta, sempre all'Allianz Stadium contro il Sassuolo.

Prima però c'è da battere il Parma al 'Tardini', altra occasione per mettere definitivamente fine a un digiuno divenuto motivo di sorpresa: sarà anche il giocatore che ha effettuato più tiri in Europa ma 'CR7' sa bene che ciò che conta di più è ben altro.

Chiudi