Notizie Risultati Live
Europa League

Roma, un solo tiro nello specchio contro l'Astra Giurgiu

22:47 CET 08/12/16
Roma Astra
La Roma prolunga a 6 gare l'imbattibilità europea (non accadeva dal 2008) ma si dimostra sterile in attacco contro l'Astra Giurgiu: un solo tiro nello specchio.

Finisce con uno 0-0 in Romania la fase a gironi dell'Europa League per la Roma di Spalletti. I giallorossi, già sicuri del 1° posto nel Gruppo E, con una formazione imbottita di seconde linee non hanno interpretato una gara memorabile.

Spalletti: "Pronti per Milan e Juve"

Significativo il dato dei tiri in porta: la prima e unica conclusione nello specchio della Lupa è arrivato infatti al 62' con El Shaarawy. Era dal 2009, dalla sfida contro il Basilea, che la squadra capitolina non terminava un primo tempo di Europa League senza tiri nello specchio.

Sempre al 2009 (gara contro il Fulham) risale l'ultima partita del torneo in cui i giallorossi non fecero nemmeno un tiro nello specchio nel primo tempo. 

In compenso per i giallorossi ci sono anche due dati positivi. Con il pareggio in Romania sale infatti a 6 gare l'imbattibilità europea della squadra di Spalletti. Inoltre sono stati ben 115 i palloni giocati dal brasiliano Gerson, almeno 55 in più di ogni giocatore dell'Astra.

Nella Roma da segnalare anche l'esordio di Moustapha Seck. "È una sensazione speciale esordire, lo sognavo da tanto tempo e sono molto felice. - ha dichiarato il classe 1996 a 'Roma Channel' nel post gara - È un giorno speciale che non dimenticherò".

"Mi trovo meglio esterno, ma devo adattarmi da tutte le parti, siamo calciatori e dobbiamo fare tutti i ruoli. - ha proseguito - Spalletti mi ha detto di essere me stesso e giocare con calma, senza dimostrare niente a nessuno. Sono molto felice che non abbiamo subito goal, siamo contenti, siamo una squadra e tutti insieme dobbiamo adattarci".

Idee chiare per lui anche sul sorteggio e gli impegni con Milan e Juventus: "Manchester United e Villarreal sono forti, vediamo. - ha dichiarato - In campionato abbiamo una grande opportunità per mettere a posto la classifica e speriamo di vincere sempre".

In Romania si è rivisto fra i titolari anche Thomas Vermaelen: "Non ho avuto problemi per 90', sto bene fisicamente. - ha affermato il belga - Sono molto soddisfatto di aver ripreso a giocare, non era scontato giocare tutta la partita dopo diversi mesi di stop. Il mister fa le scelte, io cerco di dare il 100%, a Roma sto bene con la squadra, la società e il mister. Ho tutto per esprimere il mio potenziale".

Sul modulo l'ex Barcellona non fa problemi particolari: "Centrale nella difesa a 3 o a 4? Siamo partiti a 4, poi siamo passati a 3 e io al centro. Siamo polivalenti, - ha sottolineato - ricopriamo molti ruoli e dal mio punto di vista questo è positivo. Sorteggio? Manchester United e Villarreal sono buone squadre, ce ne sono anche altre. Tutto può succedere e non dobbiamo sbagliare, non è un mistero l'obiettivo di vincere la coppa. Vedremo come andrà nell'urna".

Infine sugli impegni in campionato: "Milan e Juventus? Decisive forse no, - ha commentato il belga ai microfoni di 'Roma TV' - però sono due match importanti, pochi punti ci separano da loro, ma abbiamo il morale alto dopo la vittoria nel derby".