Roma, prova di grandezza in Champions: con l'Atletico basta un punto

Commenti()
Getty
Alla Roma basta non perdere a Madrid per accedere agli ottavi di Champions con un turno d'anticipo, sarebbe la terza volta nella storia del club.

Al momento del sorteggio neanche il più ottimista dei tifosi giallorossi ci avrebbe sperato eppure stasera, in casa dell'Atletico Madrid, la Roma ha ottime possibilità di staccare il biglietto per gli ottavi di Champions League con un turno d'anticipo.

Una vera e propria impresa firmata Di Francesco che entrerebbe di diritto nella storia del club. Prima di oggi infatti, come riporta 'La Gazzetta dello Sport', solo due volte la Roma si era qualificata per gli ottavi con 90 minuti ancora da giocare sotto la guida di Capello e Spalletti. Ma in entrambi i casi quelle squadre avevano perso almeno una partita delle prime quattro.

La Roma di Di Francesco invece è ancora imbattuta e gli basterà rimanerlo fino al fischio finale di Madrid per avere la certezza di essere agli ottavi senza aspettare l'ultima giornata.

In realtà la Roma potrebbe qualificarsi anche senza giocare se nel pomeriggio italiano il Chelsea venisse fermato in casa del Qarabag sul pareggio. Dettagli, comunque.

L'articolo prosegue qui sotto

Il destino giallorosso infatti è tutto nelle mani della Roma a cui, in caso di sconfitta contro l'Atletico, basterà battere il Qarabag all'Olimpico nell'ultima giornata oppure sperare che l'Atletico Madrid non vinca a Londra.

La qualificazione agli ottavi di Champions, peraltro, sarà una manna anche per le casse della Roma considerati i 4 milioni di premi già sicuri che potrebbero salire fino a 6 e il market pool che porterà almeno altri 15 milioni di euro.

Ecco perchè Di Francesco alla vigilia è stato chiaro: "Abbiamo un buon margine di vantaggio, ma non ci dobbiamo accontentare. I ragazzi, d’altronde, sono più che carichi. Per noi è una partita decisiva, tutto il resto viene dopo. Vogliamo passare il turno subito, magari in testa al girone". 

Chiudi