Roma ad Udine con Schick, Olsen verso il forfait: pronto Mirante

Commenti()
Getty Images
Schick di nuovo titolare contro l'Udinese, ma Olsen si appresta a lasciare i pali della Roma a Mirante per un problema muscolare.

Finalmente torna la Serie A. Dopo la Nations League e le amichevoli, che hanno visto l'Italia perde l'opportunità di giocarsi la fase finale del nuovo torneo UEFA, il campionato italiano riparte con la tredicesima giornata. Giornata che come l'ultima avrà un Patrik Schick nuovamente titolare: novembre è il mese della rinascita per il ceco.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Prima della sosta, infatti, il giovane attaccante della Roma era finalmente tornato al goal proprio contro la sua ex Sampdoria, per poi segnare una rete da mille e una notte in Nations League. Non c'è due senza tre? Di Francesco, in vista della Champions League, lo proporrà titolare anche contro l' Udinese .

Parlando di metafore e numeri, non possiamo non dirlo: è la prova del nove per Schick. Perchè sì, ha appena segnato contro la Sampdoria e con la sua Repubblica Ceca, ma ciò che è mancato al 22enne è stata proprio la continuità. Decidere la gara contro l'Udinese segnando o comunque lasciando il segno, porterebbe a interessanti orizzonti.

Sì, perchè la Roma fin qui ha dovuto affidarsi esclusivamente a Dzeko. Segna lui, gioie senza dolori. Va in crisi lui, dolori senza gioie. Ma con una punta in più che possa realmente cambiare le sorte della Roma, allora la Serie A e la Champions acquisterebbero una scheggia impazzita pronta a far male.

Insieme a Schick, prima punta nel 4-2-3-1 della Roma, Di Francesco dovrebbe proporre Kluivert, Pellegrini ed El Shaarawy sulla trequarti, preservando Under in vista della decisiva sfida di Champions contro il Real Madrid.

Imprevisto tra i pali, dove Olsen si avvia al forfait in extremis causa risentimento muscolare e dovrebbe lasciare i pali a Mirante. In difesa fuori Manolas e spazio a Fazio e Juan Jesus, con Kolarov e Santon (riposo per Florenzi) sulle fasce. De Rossi non è stato convocato, in mediana insieme a Nzonzi ci sarà Cristante.

Dall'altra parte l'Udinese scoprirà Nicola, ex fautore del miracoloso salvataggio del Crotone ripartito dal Friuli per salvare i bianconeri. Lasagna e Pussetto saranno le due punte, mentre De Paul giocherà come esterno di centrocampo nel 3-5-2.

Musso dovrebbe agire tra i pali mentre Stryger-Larsen, Nuytinck e Samir comporranno la difesa a tre. A centrocampo Fofana, Behrami e Mandragora.

Le probabili formazioni di Udinese-Roma:

UDINESE (3-5-2): Musso; Larsen, Nuytinck, Samir; Ter Avest, Fofana, Behrami, Mandragora, De Paul; Pussetto, Lasagna.

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Santon, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Kluivert, Lo. Pellegrini, El Shaarawy; Schick.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Classifica Scarpa d'Oro 2018/19
Prossimo articolo:
FIFA 19 Winter Upgrades: quando arrivano e quali giocatori saranno aggiornati
Prossimo articolo:
Inter in difficoltà col Sassuolo, Spalletti: "Troppe palle perse"
Prossimo articolo:
Inter-Sassuolo, le pagelle: Handanovic super, Icardi in serata no
Chiudi