Rivoluzione Inter: pronto l'assalto a Conte o Simeone, ingaggio di 15M all'anno

Commenti()
Getty Images
L'Inter vuole un top manager, pronto l'assalto a Simeone o Conte: sul piatto un ingaggio da 15 milioni di euro all'anno. Spalletti è il piano B.

La sconfitta subita contro il Genoa ha ulteriormente allontanato l'Inter dalla qualificazione alla prossima Europa League. La squadra di Stefano Pioli sembra essere caduta in una crisi senza fine, come attestano i 2 punti ottenuti nelle ultime 7 partite.

Nonostante l'ennesimo ko e la probabile contestazione di domenica prossima a San Siro da parte della Curva Nord (che ieri al ritorno a Milano della squadra ha voluto evitare di 'intervenire' all'arrivo del pullman nerazzurro), la società ha deciso di utilizzare un atteggiamento morbido, non imponendo alcun ritiro ma solo invitando tutti a dare il massimo in questi ultimi 270 minuti.

Il futuro è già segnato, per ripartire nella prossima stagione ci vorrà un tecnico top. Per questo motivo, secondo quanto riportato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport, si farà di tutto per strappare Antonio Conte al Chelsea o Diego Simeone all'Atletico Madrid.

L'offerta che sarà messa sul piatto sia dell'italiano che dell'argentino è 'monstre': 15 milioni di euro all'anno (un salario che al momento nessun tecnico percepisce in Europa) ed un grande progetto fatto di importanti investimenti sul mercato (top player con esperienza e qualità).

Per poter mettere sul tavolo dei due obiettivi le offerte si dovrà attendere che l'italiano ex Juve completi la sua cavalcata in Premier League e che il Cholo giochi il ritorno della semifinale di Champions contro il Real Madrid.

Solamente nel momento in cui questo ennesimo assalto non dovesse andare a buon fine scatterebbe il piano B: tanti i nomi, da Jardim a Paulo Sousa. La sensazione è però che si opterà per un tecnco italiano: Spalletti è il preferito, ma non sono da scartare nemmeno i nomi di Prandelli e Di Francesco.

Chiudi