Notizie Risultati Live
Calciomercato

Quale futuro per Kakà? "Ho parlato con un club cinese, deciderò entro dicembre"

15:38 CET 30/11/17
Kaka Orlando City
Kakà non ha ancora deciso se lasciare definitivamente il calcio giocato oppure proseguire, intanto un club cinese si è messo sulle sue tracce.

Lasciato recentemente l'Orlando City, Ricardo Kakà non ha ancora deciso se proseguire col calcio giocato o appendere definitivamente gli scarpini al chiodo. Per il 35enne attaccante brasiliano si è parlato di un possibile ritorno al Milan in un ruolo non meglio specificato, ma la sua voglia di continuare a giocare potrebbe invece portarlo in Cina, dove il Guizhou Zhicheng si è messo sulle sue tracce.

Intervistato da 'Tencent Sport', Kakà ha così spiegato la situazione: "E' terminato il mio contratto con Orlando dopo tre anni - ha affermato il calciatore, come riferisce 'Milan News' - Adesso mi sono concesso un mese per pensare ed entro la fine di dicembre prenderò la decisione. Se continuerò a giocare o lavorerò fuori dal campo".

Il giocare nella CSL è sicuramente un'ipotesi sul tavolo... "Si sta parlando molto di questo e a Milano ho parlato con la presidente di un club cinese - ha spiegato Kakà - Sto parlando con mio papà, però al momento abbiamo solo parlato valutando le possibilità. Prima di decidere con il club devo decidere personalmente se giocare ancora oppure no".

Il 'suo' Milan, intanto, sta attraversando un momento difficile, che ha portato anche all'esonero di Montella... "A me non piace criticare durante il corso di un progetto - ha detto ancora Kakà - La proprietà ha investito molto nel club, alcune decisioni per influire nel corso della stagione hanno bisogno di tempo e vedremo come finirà la stagione. Solo dopo dirò la mia. A Milano ho incontrato la nuova dirigenza rossonera ma non il nuovo proprietario".

Kakà ha invece espresso la sua opinione sull'assenza dell'Italia ai prossimi Mondiali di Russia 2018... "Quella dell'Italia è una grande perdita - ha detto - Quello che è successo al calcio italiano è triste, però spero che l'Italia possa interpretare questo momento nel migliore dei modi per cambiare in meglio".