Pjanic piace a tanti: Juventus pronta a respingere gli assalti

Commenti()
Getty Images
Diverse grandi società europee vorrebbero strappare il genio bosniaco dalle grinfie bianconere, ma la Vecchia Signora è pronta a fare muro.

Nell'economia del calcio moderno, contraddistinto prevalentemente da geometrie e tecnica, Miralem Pjanic impersona l'eccellenza assoluta. Da quando è sbarcato alla Juventus – 13 giugno 2016 – il genio bosniaco è diventato uno dei registi più forti su scala internazionale. In mezzo al campo, con qualità e personalità, il numero 5 della Vecchia Signora ha saputo trovare una dimensione pregevole, diventando a tutti gli effetti un punto di forza della squadra allenata da Max Allegri. E proprio l'allenatore livornese, studiando minuziosamente le caratteristiche del suo gioiello, ha lavorato duramente affinché il passaggio da tuttofare a regista del centrocampo potesse andare in porto naturalmente. Missione, prestazioni alla mano, centrata a pieni voti.

Pjanic, rispetto alle ottime annate disputate tra le fila della Roma, sotto la Mole ha ottenuto la tanto agognata continuità di rendimento. Nella prima annata nel capoluogo piemontese le presenze maturate sono state 47 condite da 8 reti. L'attualità invece parla di 35 gettoni e 6 goal. Numeri di rilievo che sottolineano come il pezzo sia più unico che raro. Inevitabile, dunque, ingolosire chi può permettersi investimenti senza colpo ferire.

L'articolo prosegue qui sotto

Strappare il Piccolo Principe dalle grinfie bianconere non sarà semplice. Legato alla Juventus fino al 2021, il 27enne di Tuzla sta vivendo un'esperienza felice e redditizia. Rispettato profondamente dall'intero globo zebrato, sostituire Pjanic – anche in caso di offerta monstre – rappresenterebbe un compito proibitivo. Lo sanno bene i campioni d'Italia, che al momento non hanno ricevuto proposte ufficiali, ma che al tempo stesso sanno che arriveranno. C'è chi dice che il Paris Saint-Germain stia progettando un'offensiva, altri sostengono che anche in Inghilterra e Spagna il profilo sia dei più apprezzati. Tutti dovranno fare i conti con Madama, pronta a respingere qualsiasi assalto.

L'ad della Juve, Beppe Marotta, lavora per puntellare la rosa. Il desiderio principale resta Emre Can, in scadenza di contratto con il Liverpool, pronto a decidere il suo futuro entro le prossime due settimane. Qui, fondamentalmente, la storia è nota: i bianconeri hanno un accordo verbale con il mediano tedesco da 5 milioni netti a stagione (più bonus) su base quinquennale. Ora, però, la Vecchia Signora auspica che dalle parole si passi ai fatti, ovvero alla firma sul contratto. Qualora così fosse, Allegri si ritroverebbe tra le mani un centrocampo di livello assoluto. E, quindi, blindare l'ex giallorosso raffigurerebbe la pura prassi.

Appunto, blindare. La Juventus, solitamente, i suoi campioni se li tiene stretti. Normale, perciò, ipotizzare un possibile rinnovo nel corso delle prossime puntate. A tal proposito, qualche contatto con l'entourage di Pjanic sarebbe già andato in scena. Altro fronte da monitorare accuratamente.

Chiudi