Più squadre, meno goal: media bassissima, poche reti ad Euro 2016

Commenti()
Getty Images
2.12 goal a partita all'Europeo francese: solo altre edizioni hanno fatto registrare un dato inferiore, due delle quali con quattro e otto squadre partecipanti...

L'edizione più grande di sempre. Più tifosi, più squadre. Più emozioni? Sì e no. Euro 2016 va agli archivi lasciando grandi simboli come l'Islanda, il Galles, la prima vittoria del Portogallo e la nascita di stelle come Renato Sanches. Ma in campo, tattica e goal sono stati superiori rispetto al passato?

C'è stato sicuramente grande equilibrio, basti vedere le tante gare ai supplementari e ai rigori e le sfide sempre in bilico: solo Francia-Islanda è stata partita a senso unico, mentre la maggior parte hanno tenuto col fiato sospeso milioni di tifosi, dalla fase a gironi fino alla finalissima persa dalla Francia ospitante.

Di certo l'allargamento della competizione non ha portato a partite con più goal. Questo è un dato univoco che emerge dall'Euro a 24 squadre voluto da Platini. Certo, ci sono state new entry e tante belle storie, ma in termini di reti il torneo è stato negativo, con tante vittorie di misura e 1-0.

L'articolo prosegue qui sotto

Per la prima volta il torneo ha superato le 100 reti, 108 con l'ultima e decisiva segnata da Eder, ma rispetto al passato la media realizzativa è stata a dir poco bassa: appena 2.12 goal per incontro nei 51 match disputati, 31 in più delle edizioni con 16 squadre partecipanti.

Solo in tre occasioni l'Europeo ha visto meno reti per incontro: nel 1996, con 2.06 e la Germania Campione alla fine del torneo, nel 1980, con 1.93 ma appena otto squadre in corsa, e nel 1968, con il record di 1.40 per incontro ma soli cinque incontri disputati e quattro nazionali partecipanti.

Insomma, escludendo le poco analizzabili edizioni 1980 e 1968, solo nel 1996 ci sono state meno reti: un dato che fa riflettere, ma non più di tanto; l'Europeo 2016 infatti verrà ricordato per le favole e l'adrenalina, non per le poche realizzazioni. Rimarrà nella storia in positivo, con pochi sprazzi di negatività.

Chiudi