Pirlo e il rigore negato a Ronaldo: "L'arbitro ci ha detto che era finita la partita"

Il tecnico bianconero sull'ultimo episodio di Porto-Juventus: "Ci ha dato un'interpretazione tutta sua dicendo che non voleva andarlo a vedere".

La Juventus torna da Oporto con un'amara sconfitta e la necessità di dover ribaltare lo svantaggio dopo i goal di Taremi e Marega, che hanno complicato i piani in vista del ritorno.

A far discutere però è anche il possibile calcio di rigore negato nel finale a Cristiano Ronaldo. Il contatto con Zaifu ha portato a molte proteste. Andrea Pirlo ha così parlato in conferenza stampa.

"Ha un peso, perché mi sembra sia un rigore netto. L’arbitro ci ha dato una spiegazione tutta sua dicendo che era finita la gara e quindi non ha voluto neanche andarlo a vedere. Una cosa strana, perché quando c’è un’occasione che ti può far cambiare la partita dovresti andarla e vedere e avere il coraggio di dare il rigore anche se è l’ultimo secondo".

Del Cerro Grande, direttore di gara spagnolo del match, ha optato per non ravvisare falli e pochi secondi dopo ha decretato la fine del match, tra le recriminazioni di Pirlo e dei suoi giocatori.

Chiudi