Notizie Risultati
Serie A

Pirlo e il futuro dopo il ritiro: "Potrei fare l'allenatore"

14:01 CET 15/02/18
Andrea Pirlo New York City FC
Andrea Pirlo parla a tre mesi dall'addio al calcio giocato: "Ora ho bisogno di staccare, avrò tempo di decidere. Allenatore? È un'ipotesi".

A tre mesi dall'annuncio ufficiale del ritiro, la domanda è sempre quella: e ora cosa farà Andrea Pirlo, dopo aver deliziato per così tanti anni i palati degli appassionati di calcio? Una domanda a cui l'ex centrocampista non ha ancora una risposta precisa.

"Ho giocato solo a calcio, quindi credo di rimanere nel calcio" dice, come riportato dall'Ansa, l'ex centrocampista di Inter, Milan e Juventus, presente nella sua Brescia dove ha ricevuto il premio 'brescianità', consegnato in occasione della festa di San Faustino e Giovita, i santi patroni della città.

Uno scenario concreto sembrerebbe essere quello di vedere Pirlo in panchina, in giacca e cravatta, a dare indicazioni a undici giocatori: "Allenatore? È un'ipotesi, ma ancora non so", la butta lì l'ex bianconero.

Per il momento, Pirlo chiede solo di poter prendersi un momento di serenità dopo le mille e mille stagioni sul rettangolo verde: "Dopo tanti anni ho bisogno di staccare dal calcio, avrò tempo di decidere cosa fare". E sul ritiro dice: "Era il momento giusto per farlo e l'ho scelto io. Sono contento così".

Pirlo ha lasciato ufficialmente il calcio a inizio novembre, dopo essere stato eliminato con il New York City dai playoff della MLS. Ma l'annuncio era già arrivato un mese prima. Negli Stati Uniti, dopo le quattro stagioni alla Juventus, ha trascorso un anno e mezzo.